Da giorni è online il nuovo sito di Fidas, più chiaro, più ricco, più moderno

Ci voleva un restyling al sito di Fidas, e la nuova versione, online ormai da diversi giorni, ci piace e ci convince molto.

L’impatto visivo è molto chiaro e moderno, con una home scorrevole da destra verso sinistra che consente di alternare varie aperture, ampliando così l’impatto informativo iniziale dei visitatori.

Nel menù della barra superiore ci piace moltissimo il pulsante “Dona ora”, che consente, con un solo click, di aprire una nuova pagina (figura 1) e proporsi come donatore di sangue e trovare la confederata più vicina.

Fig.1

Andando sulle linee orizzontali si accede invece con molta semplicità all’intera struttura del sito, e poi con un altro click alla sezione desiderata. Come si vede in figura 2, le sezioni sono davvero molte e ben organizzate, tra informazioni generali sull’associazione, le info per i donatori, la sezione notizie, le risorse utili a livello legislativo e le classiche Faq.

Fig.2

Molto bene, ancora, la slide informativa che si trova subito dopo le aperture scorrendo verso il basso, una sintesi perfetta delle necessità del sistema tradotta in infografica, con i numeri espressi in modo molto chiaro e in grado di far comprendere subito all’internauta che arriva sul portale perché donare è importantissimo.

Fig. 3

Infine, di rilevante c’è una nutrita sezione notizie, che rimanda ai dati Sistra sulla situazione delle carenze sangue, alle informazioni generale che è bene che tutti i donatori conoscano, prima delle testimonianze di donatori e riceventi che rendono vita vissuta le informazioni trovate in precedenza.

Un portale chiaro e ricco di informazioni è sicuramente uno strumento decisivo per un’associazione moderna, al servizio dei donatori e dalla parte di chi dona. Anche attraverso i giusti strumenti è possibile aumentare la cultura del dono, e di conseguenza, la rilevanza della raccolta in chiave dell’autosufficienza.

Arriva il nuovo sito di Avis nazionale, a misura di donatore

Un’interfaccia nuova e funzionale, che punta ad accogliere i donatori e gli associati e a proiettarli nel modo più rapido ed efficace nel mondo di Avis: la nuova piattaforma web della più grande associazione di donatori italiani ci convince, con i suoi colori familiari, l’iconografia giovane e dinamica e l’essenzialità di funzioni intuitive e utili.

Ben in vista, in alto e in rosso, la possibilità di cercare rapidamente la sede più vicina all’utente in navigazione, e l’alto livello di interattività dovuto alla finestra a scomparsa per chi vuole fare domande.

Scendendo, poi, spazio alle informazioni preliminari per il dono, con un’infografica molto semplice in tre punti e un video informativo che si avvia direttamente cliccando sul play (fig.1).

Fig.1

Scorrendo ancora in basso si accede facilmente alle news, mentre attraverso il menù in alto, infine, è possibile accedere a tutte le altre aree specifiche del sito (fig.2), dalla voce vita associativa, alle informazioni più tecniche su come entrare in Avis.

Fig.2

Ecco come ha descritto il nuovo concept web la responsabile dei progetti comunicativi, Claudia Firenze: “La scelta di aver rinnovato il sito internet rappresenta la naturale continuazione di un grande lavoro che, da tempo, stiamo conducendo per garantire un livello di comunicazione sempre più efficace e diretto verso i nostri donatori e non solo. Il design e le funzionalità rendono il portale della nostra associazione ancor più fruibile soprattutto dai dispositivi mobili, attraverso i quali ormai si registra la percentuale maggiore di traffico nella rete. Un servizio in più che testimonia la nostra volontà e il nostro impegno nell’essere al passo con i tempi e con le nuove tecnologie di comunicazione”.

Il nuovo sito, arriva poi in un momento molto importante, alla vigilia dell’85esima Assemblea Generale in programma sabato 31 ottobre a Milano, nella sede di AVIS Nazionale. Il presidente di AVIS Nazionale, Gianpietro Briola, ha spiegato le nuove modalità in cui avverrà l’evento in una situazione delicata come la congiuntura d’emergenza Covid in cui ci troviamo: “A differenza degli anni passati, l’evento è stato completamente rimodulato alla luce delle nuove restrizioni per contenere i contagi da Covid-19 – ha detto – e per questo motivo non si svolgerà in presenza, ma interamente online, con delegati e sedi locali collegate da remoto. Si tratta di una modalità insolita per l’Assemblea generale, che rappresenta il momento più importante dell’anno per tutta AVIS. Un momento reso ancor più importante proprio dal nuovo periodo di emergenza che stiamo vivendo in questa fase. Stiamo lavorando per assicurare che i lavori dell’Assemblea, seppur non in presenza, si svolgano nel pieno rispetto dei principi di democrazia e sicurezza per tutti i delegati. Una conferma della volontà di AVIS di sfruttare al meglio le potenzialità che l’universo digitale mette a disposizione per migliorare la qualità e l’efficienza del nostro servizio”.