Il 12 dicembre la consueta maratona televisiva Avis – Telethon

dicembre

Avis e Telethon collaborano ormai da 20 anni, e domenica 12 dicembre questa speciale sinergia sarà celebrata ancora una volta in televisione, con la consueta maratona in programma sulle reti Rai allo scopo di favorire la raccolta fondi per la ricerca, questa volta per sconfiggere le malattie generiche rare.

Ma l’impegno di Telethon e Avis non si ferma certo alla giornata in Tv: dopo il webinar dello scorso 14 dicembre, infatti, le attività congiunte continuano.

Come sottolinea il comiunicato di Avis Nazionale infatti “l’iniziativa proseguirà anche per tutta la settimana successiva con numerosi spazi di approfondimento e sensibilizzazione e, contemporaneamente, in oltre tremila piazze italiane saranno allestiti i banchetti dove i volontari distribuiranno i “Cuori di cioccolato”, simbolo di questa campagna a favore di pazienti e ricercatori. Tra i volontari in campo ci saranno anche quelli di AVIS Nazionale, visto che circa 300 punti di raccolta sul territorio parteciperanno a questa iniziativa benefica. Ma non solo”.

A raccolta completa poi, avverrà il rituale simbolico della consegna: “nel pomeriggio di sabato 18 dicembre, la nostra associazione consegnerà, in diretta tv su RAI 1, il consueto “assegnone” con la somma raccolta da AVIS a sostegno della Fondazione. A intervenire nello Studio Telethon, alle ore 14:15, sarà il Consigliere Nazionale, Antonello Carta“.

Ma lo spazio d’intervento può riguardare tutti noi, aderendo alla campagna “Cuori di Cioccolato”.

Come? Così:

  • si può organizzare un banchetto di raccolta fondi nelle principali piazze italiane il 12, 18 e 19 dicembre 2021 (compatibilmente con l’evoluzione dell’attuale emergenza sanitaria in corso). Le informazioni pratiche e i materiali utili per la raccolta fondi verranno fornite dopo essersi candidati a questo link;
  • i prodotti solidali si possono distribuire tra amici, vicini di casa, parenti o colleghi, quando e dove si preferisce. Dopo essersi registrati a questo link come volontari, gli uffici della Fondazione provvederanno a fornire tutte le informazioni necessarie.