#Donatoriperlapace va avanti, e i farmaci partono per l’Ucraina

I volontari italiani del sangue sono sempre impegnati su più fronti, e in un momento difficile per la raccolta sangue – che già richiede molto lavoro – moltiplicano gli sforzi e il loro contributo portando avanti iniziative come #donatoriperlapce, che dall’inizio del conflitto russo-ucraino ha già fatto del bene per molte persone.

Dopo aver offerto ad alcuni pazienti affetti da patologie complicate la possibilità di arrivare in Italia e continuare il percorso di cure, come nel caso di Svitlana e Oleksnadr, per #donatoriperlapace ora è la volta di un invio molto importante.

Ben duemila confezioni di farmaci fondamentali per pazienti cronici sono partiti per l’Ucraina, dopo essere stati acquistati grazie a una raccolta fondi che ha permesso di raccogliere circa 130k euro.

Anticoagulantiantiaggreganti piastrinici e antagonisti dell’aldosterone, un tesoro per pazienti che altrimenti vivrebbero grosse difficoltà.

A commentare questo risultato è intervenuto il presidente di Avis nazionale Gianpietro Briola, che non ha perso l’occasione di augurare un subitaneo cessate il fuoco e il ripristinarsi della normalità e della pace.

“La solidarietà non si dimostra soltanto con la donazione periodica e non remunerata di sangue e plasma – ha detto Briola – ma anche attraverso iniziative umanitarie di questo tipo – quella a cui stiamo assistendo è una tragedia immane di fronte alla quale non potevamo e non possiamo rimanere inermi. L’arrivo delle pazienti qui in Italia e l’invio dei medicinali salvavita in Ucraina non sarebbe stato possibile senza il sostegno straordinario di tante donne e uomini che stanno partecipando alla nostra raccolta fondi. Quando diciamo che la cittadinanza attiva e l’umanità non conoscono confini, intendiamo esattamente questo. Grazie ai nostri partner e a tutte le persone che stanno supportando questo progetto, tanti pazienti avranno la possibilità di curarsi nonostante il conflitto in atto. Nella speranza che tutto questo cessi il prima possibile“.

Per offrire il proprio contributo a #donatoriperlapace, basta effettuare un bonifico bancario sul conto corrente: IBAN IT 49N 02008 01601 000100736058 intestato ad AVIS Nazionale, con la causale “Donatori per la pace“.

Pochi clic, e si potrà aiutare concretamente chi vive questo dramma umanitario chiamato guerra.