Arriva Beluga, il drone che porta sangue, plasma e farmaci nelle aree difficili

Si chiama Beluga, e sarà presentato allo stand dell’Università Niccolò Cusano alla prossima Maker Faire in programma a Roma dall’8 al 10 ottobre in zona Gazometro.

Di cosa si tratta? Di un drone intelligente ma sopratutto utile, un progetto di ricerca portato a compimento dall’azienda Eurolink Systems.

Beluga avrà un compito molto speciale: consegnare sacche di sangue, di plasma o anche farmaci plasmaderivati io di altra natura in tempi rapidi e brevi nelle aree difficili da raggiungere, oppure in caso di assoluta urgenza.

Beluga punta offrire un servizio di massima affidabilità, forze che si vanno ad aggiungere a un altro progetto di simile natura, che su Buonsangue abbiamo presentato già molto tempo fa: quello di Ab Zero, azienda italiana che ha investito in un drone molto performativo, con un trasporto a breve raggio (fino a 40 km di distanza) possibile 7 giorni su 7 per 24 ore su 24.

I droni ABzero vantano inoltre una capacità di carico, il cosiddetto payload, piuttosto rilevante, visto che potranno trasportare fino a 10 chilogrammi di materia (10 o più sacche di sangue o emoderivati) più medicine o attrezzature varie, con il massimo della sicurezza gestibile da remoto.

Ecco il servizio su beluga di Qutodiano Nazionale:

Saprà il nuovo modello essere uno strumento altrettanto valido? Dalle prime immagini sembrerebbe di sì.