Fratres Toscana, arriva l’assemblea regionale numero 33

Per tutti i donatori toscani iscritti alla Fratres, c’è nel fine settimana un appuntamento da non perdere, nel quale si potrà discutere del futuro del sistema sangue regionale e del contributo di una delle associazioni più attive sul territorio.

Riorganizzare l’attività capillare di Fratres in Regione Toscana è l’obiettivo principale, per un evento che torna in presenza dopo due anni contraddistinti dalla pandemia, scegliendo l’Hotel Galilei di Pisa come sede operativa.

Ecco il comunicato stampa che spiega tutti i dettagli:

“Dopo due anni in modalità videoconferenza l’Assemblea regionale della Fratres Toscana torna a svolgersi in presenza. Quest’anno è in programma a Pisa, domenica 27 marzo, all’Hotel Galilei dove sono attesi i presidenti dei gruppi Fratres insieme ai territoriali di tutta la Toscana.

La 33^ Assemblea regionale vedrà anche la presenza delle istituzioni locali, dei responsabili dell’Area Vasta del sistema trasfusionale toscano, dell’Azienda sanitaria ospedaliera pisana e delle associazioni di volontariato. Fra gli ospiti che porteranno il loro saluto di benvenuto e un contributo alla giornata di lavori: Virginia Mancini, consigliere comunale del Comune di Pisa; Fabrizio Niglio, direttore di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’Area Vasta Nord Ovest; Alessandro Mazzoni, direttore di Medicina Trasfusionale e Biologia dei Trapianti dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana; Elisa Ricci, vice presidente vicaria di Cesvot; Luciano Verdiani, vice presidente nazionale Fratres; Paolo Ghezzi, consigliere nazionale Avis; Daniele Vannozzi, consigliere regionale Anpas e Lorenza Campagna, referente regionale Croce Rossa Italiana.

All’ordine del giorno, oltre alla relazione del presidente regionale Claudio Zecchi, ci sarà l’illustrazione ed approvazione del bilancio consuntivo 2021 e preventivo 2022.

«Finalmente, dopo due anni davvero difficili e complicati, torniamo a riunirci in presenza – ha detto il Presidente della Fratres Toscana Claudio Zecchi. L’Assemblea è un momento associativo importante, è l’occasione per fare il punto della situazione, per un confronto sulle attività svolte e quelle che andremo ad organizzare. Non è soltanto l’adempimento degli obblighi statutari ma la possibilità di incontrare tutti gli attori che costituiscono l’organizzazione dell’associazione nella nostra regione, diventando un appuntamento fondamentale di incontro e confronto sulle tematiche che ci coinvolgono. C’è ancora molto lavoro da svolgere e sfide da affrontare ma sono certo che la Fratres rinnoverà la propria determinazione, spinta dai quei principi e quei valori che da sempre ci hanno motivati e contraddistinti.»”