Il Dracula Day, la giocosa iniziativa in Toscana per stimolare il dono del sangue

Dracula

Sebbene Halloween sia una festa lontana dalle nostre peculiarità culturali, è ormai entrata nel calendario delle famiglie italiane per il suo potere sui più piccoli e la sua valenza commerciale. Dolcetto o scherzetto, un travestimento da vampiro o da strega e il divertimento è fatto.

In Toscana, tuttavia, hanno avuto la bella idea di collegare Halloween al dono del sangue, un modo giocoso ed efficace per stimolare le famiglie a non dimenticarsi di un gesto importante per tutti come il dono del sangue.

Nasce così il Dracula Day, evento organizzato dai centri trasfusionali di Livorno, Pontedera, Cecina, Piombino e Volterra per raccogliere sangue in modo originale e fare sensibilizzazione, un’iniziativa che è in voga ormai da vari anni e porta sempre buoni risultati.

Si donerà, travestiti o no, sabato 30 ottobre a Livorno, Pontedera, Cecina e Piombino, e venerdì 29 a Volterra.

Per spiegare la ratio dell’iniziativa, è intervenuto con cun commento Fabrizio Niglio, Direttore del reparto di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale del polo ospedaliero Livorno-Pisa: “Noi che siamo ‘vampiri’ tutto l’anno vogliamo festeggiare ‘mostruosamente’ i nostri donatori ringraziandoli con dolcetti, ma niente scherzetti – ha detto Niglio – la professionalità prima di tutto. In questo periodo difficile chiediamo a tutti la massima partecipazione perché abbiamo veramente bisogno di tutti quelli che hanno il ‘red pass’ nel cuore”.

Tutti a donare dunque, perché il sangue serve tutto l’anno. Del resto, chi va a donare non ha nemmeno bisogno di scegliere di fronte alla fatidica domanda: il dolcetto, un cornetto con succo di frutta, lo rivece sempre a fine dono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *