Carenze sangue, l’appello al dono di Avis Toscana: “Chi sta bene, doni”.

Della situazione in corso nel Sistema Sanitario Italiano abbiamo parlato nei giorni scorsi su Donatorih24, mostrando come in molte regioni italiane ci sia sofferenza per quel che riguarda le scorte di sangue a causa della crescita dei contagi: la Toscana è tra le regioni più colpite, con moltissime prenotazione al dono cancellate.

Arriva allora l’appello delle associazioni di donatori, con l’intervento di Claudia Firenze, presidente di Avis Regionale Toscana, che si è rivolta ai corregionali per spronarli al dono.

“Serve uno sforzo mirato – ha detto – per far fronte all’inevitabile calo delle donazioni di questi giorni. Per questo invitiamo chi sta bene a chiamare l’Avis del proprio territorio e andare a donare sangue e plasma, anticipando se possibile la prenotazione. Così potremo garantire il più possibile la somministrazione di trasfusioni o di farmaci emoderivati ai pazienti che ne dipendono”.

“Apprezziamo – ha poi aggiunto- la disposizione dell’assessorato alla salute della Regione alle Asl di fare un’attenta programmazione delle attività per contenere le carenze. Come abbiamo sottolineato molte volte, solo unendo gli sforzi e valorizzando al meglio la generosità dei donatori è possibile garantire sostenibilità al sistema trasfusionale”.

Sinergia tra donatori e istituzioni dunque: come sempre l’efficienza del sistema sangue è legata alla collaborazione massima delle gambe che lo sostengono.

Per quanto ci riguarda, estendiamo l’appello al dono toscano a tutte le regioni Italiane. Chi è sano, doni, è molto importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *