Un viaggio in kayak per la costa ligure per promuovere il dono del sangue

Un’impresa solitaria, un’idea nata nel periodo del primo lockdown allo scopo di non perdere il contatto con la natura che si è presto trasformata in una bellissima iniziativa, piuttosto originale, per promuovere il dono del sangue e il legame naturale che esiste tra dono e sport, sia che si tratti di imprese individuali come questa, sia che si tratti di grandi manifestazioni sportive o di sport professionistici che chiamano in causa i grandi campioni.

Davide Deste si è cimentato in una vera e propria circumnavigazione delle coste liguri in kayak, oltre 200 chilometri da Finale Ligure a Riomaggiore, il tutto con indosso la muta di Avis Castelnuovo Magra, che ha deciso di appoggiare l’impresa per sensibilizzare i giovani alla pratica del dono.

In basso, il video spettacolare che raccoglie gli highlights dell’impresa di Davide, che durante il suo percorso ha incontrato comunità e persone pronte a raccogliere il suo messaggio, e ha visitato luoghi e paesaggi assolutamente unici che si possono vedere solo dalla prospettiva del mare.

A fine video, l’appello di  Davide dedicato ai giovani: essere liberi e donare sangue per stare bene con se stessi, ecco un messaggio che non invecchia mai. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *