Avis e Anci insieme in Toscana per il progetto “Botteghe della salute”

Avis

Il nuovo anno è appena iniziato e già Avis Toscana e Anci (Associazione nazionale comuni italiani) hanno messo a punto un progetto molto interessante per un 2022 che si preannuncia pieno di iniziative.

“Botteghe della salute” – così si chiama il progetto – consentirà a tutti i cittadini, e non solo ai donatori, di “usufruire gratuitamente di una serie di servizi di sanità digitale: dalla prenotazione del vaccino o del tampone anti-Covid all’attivazione della tessera sanitaria, passando per l’accesso al fascicolo sanitario e la possibilità di creare le credenziali Spid”.

Sull’iniziativa, ecco le parole della presidente di Avis Regionale, Claudia Firenze: “Avis non poteva che allearsi con un progetto che vuole dare un contributo all’affermazione del diritto alla salute sul nostro territorio tramite la diffusione dei servizi di sanità digitale. Voglio ringraziare Anci Toscana per l’attenzione e la fiducia, il nostro radicamento, grazie alla presenza di 185 sedi e l’esperienza di gestione con i mezzi digitali del flusso di donatori, sono due valori che mettiamo con piacere a disposizione di Anci e degli obiettivi delle Botteghe della Salute. L’emergenza sanitaria che viviamo ormai da quasi due anni ha posto duramente al centro la necessità di costruire percorsi di prossimità per la cura della salute di tutti i cittadini e la digitalizzazione può favorire l’accesso e la semplificazione della gestione dei servizi. L’impegno dei volontari Avis e dei giovani in servizio civile andrà proprio in questa direzione”. 

E in effetti, sono ben 21 le sedi Avis della Toscana che erogheranno i servizi di sanità digitale, e 39 i ragazzi e le ragazze del servizio civile già formati per garantire la riuscita del progetto.

Un bellissimo modo per aiutare i cittadini in un momento di vita pubblica che sta tornando estremamente difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *