Emergenza sangue in Puglia: grande risposta dei volontari

310x0_1468338512540.13659091_1336368706376702_3170188130498809867_n

Ieri è stata una giornata molto difficile per tutta la nazione. L’incidente ferroviario in Puglia è uno di quegli accadimenti che spezzano il fiato e fanno barcollare, che mettono in ginocchio, come sempre accade quando si è costretti a contare morti che si potevano evitare.

C’è stato un crescendo emotivo, per l’intera giornata: servivano medici, infermieri e soprattutto sangue.

E proprio sul piano così delicato dell’emergenza ematica da combattere minuto dopo minuto, si è registrata un grande risposta dei volontari e delle associazioni. I molti appelli sui social, che quando non si stratta di commentare a caldo ma di diffondere informazioni ritrovano la loro funzione principale, hanno permesso di riempire gli ambulatori al policlinico di Bari e Andria, assieme al grande lavoro delle associazioni che hanno chiamato a coorte tutti i volontari periodici di zona. In poche ore, la situazione sangue è tornata sotto controllo, come ha riferito il Centro Nazionale Sangue (Link), a testimonianza che in questi anni la rete trasfusionale italiana basata sul concetto di autosufficienza nazionale da raggiungere attraverso la donazione volontaria e anonima, è stata una strada giusta e virtuosa.

Un grazie a tutti coloro che si sono impegnati è allora doveroso: tuttavia mai fermarsi. Di sangue c’è bisogno ogni giorno, in tutta Italia, anche quando in apparenza non ci sono emergenze chiare.

164329051-44fcfe99-9d0e-4d05-87a9-de0e34c2f8f6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *