Come si ottiene l’idoneità

blood-donation-logo_23-2147506524

Su Buonsangue.net abbiamo già parlato di idoneità alla donazione. La risposta definitiva si ottiene dopo un prelievo in qualsiasi centro trasfusionale, una volta effettuate le successive analisi del sangue. A livello preliminare tuttavia bisogna sapere che esistono delle condizioni basiche valide per chiunque voglia diventare donatore.

Sono:
– Età compresa tra 18 anni e i 60 anni (per candidarsi a diventare donatori di sangue intero), 65 anni (età massima per proseguire l’attività di donazione per i donatori periodici), con eventuali deroghe a giudizio del medico;
– Più di 50 Kg di peso;
– Pulsazioni comprese tra 50-100 battiti al minuto (anche con frequenza inferiore per chi pratica attività sportive);
– Pressione arteriosa compresa tra 110 e 180 mm di mercurio (Sistolica o MASSIMA) / tra 60 e 100 mm di mercurio (Diastolica o MINIMA):

Insomma: è necessario conservarsi in un buono stato di salute collettivo attraverso uno stile di vita che non preveda nessun comportamento a rischio.  In caso di stili di vita più borderline, è opportuna l’auto-esclusione, specie in caso di assunzione di droghe, di alcolismo, di rapporti sessuali ad alto rischio, di trasmissione di malattie infettive come epatite o itterizia, di malattie veneree. E ancora, in caso di positività per il test della sifilide (TPHA o VDRL), di positività per il test AIDS (anti-HIV 1), di positività per il test dell’epatite B (HBsAg) e per il test dell’epatite C (anti-HCV).

Se donare è un gesto importante, donare responsabili è un dovere civico. Ricordiamocelo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *