Gli appuntamenti del WBBD 2018 sono finiti. Ora è tempo di donare, e di farlo prima di partire

Entra nel vivo il periodo a rischio per le carenze estive, e la parola d’ordine per Buonsangue è “prima donare poi partire”. Nella settimana di eventi e appuntamenti legati al World Blood Donor Day 2018, la questione del calo di donatori è stata tra le più discusse durante i convegni e le tavole rotonde che abbiamo seguito in diretta, e in più sono arrivate, dal Centro nazionale sangue e in particolare dalla voce del direttore Giancarlo Liumbruno, alcune indicazioni concrete per limitare i danni tipici dei mesi di calura. In particolare, è stato confermato il vaccino antinfluenzale gratuito per i donatori di sangue, ed è stato predisposto lo screening West Nile Virus in alternativa alla sospensione dei 28 giorni per i donatori che hanno soggiornato nelle aree interessate, la cui mappatura si può approfondire a questo link, oltre che in figura 1.

West Nile Virus 2018 Centro Nazionale Sangue

Fig.1

Uno strumento utilissimo per conoscere i virus che si possono contrarre viaggiando per destinazioni esotiche è la comodissima pagina “Il donatore che viaggia”, di cui abbiamo già parlato lo scorso 6 giugno: una volta aver acquisito tutte le informazioni in modo corretto sulla propria destinazione, non resta che anticipare il gesto del dono ai giorni che precedono la partenza. C’è modo migliore per partire liberi da pensieri?

E così, ecco gli appuntamenti in giro per l’Italia.

In Toscana il Meteo del sangue parla chiaro: come vediamo in figura 2 fragilità per i gruppi A- e B- emergenza per entrambi i poli del gruppo 0 e sangue urgente per il gruppo B+. Insomma, una situazione che i donatori toscani sono chiamati a fronteggiare.

https web2 e toscana it crs meteo

Fig.2

A Pontedera (Pisa), si inizia a educare i giovani sin dalla scuola media, con un concorso per le seconde classi chiamate a lavorare sul concetto di donazione.  Nell’ottica della condivisione invece, interessante l’iniziativa dell’Avis di Montevarchi, il cui gruppo ciclistico si è dedicato a una sorta di tour della Puglia sulle due ruote, per promuovere il dono nella settimana dell’anno in cui si festeggiano i donatori. A Taverne, infine, provincia di Siena, gran bella iniziativa dell’Avis locale con un concerto e tanto divertimento con il secondo week-end di Birrarbia.

In Calabria, grande mobilitazione per “Reggio Dona”, iniziativa congiunta di Avis e Fidas che hanno organizzato una giornata di confronto dedicata agli ordini professionali e ai rappresentanti dei diversi enti del territorio, affinché la pratica del dono sia affrontata attraverso sinergie comuni.

In Puglia, il tema del dono diventa la chiave principale della festa patronale dei santi Cosma e Damiano a Massafra (Ta), mentre In Sardegna, come annuncia la testata Sardegnalive, va in scena una donazione speciale organizzata per sabato 23 giugno a Torralba, in provincia di Sassari.

Tornando al nord, in Friuli, la situazione dettata dal portale dei donatori di Udine è la seguente, come in figura 3:

A F D S Associazione Friulana Donatori Sangue Udine

Fig.3

Forte carenza per il gruppo B- e 0 -, quantità stabili negli altri gruppi, con una discreta autonomia, ma non bisogna cullarsi sugli allori.

Infine lo ricordiamo: per individuare tra le tantissime donazioni e gli appuntamenti del week-end in tutta Italia quella più vicina a noi, Facebook è lo strumento migliore. Grazie alla sua grande capacità informativa su larga scala. È infatti possibile consultarlo per acquisire informazioni immediate sulle tantissime donazioni speciali in programma ogni giorno in tutto il Paese: basta digitare nel finder la stringa “donazione sangue” e cliccare nel menù sul comando “eventi” per ottenere la lista completa con date e orari di tutte le donazioni programmate nei prossimi giorni, dal week-end pronto a iniziare oggi sabato 23 giugno, proseguendo con le donazioni in programma nelle prossime settimane. Basta scorrere, e trovare facilmente quella più vicina a noi dalle Alpi alla Sicilia, come si può vedere in figura 4.

donazione sangue Ricerca di Facebook

Fig.4

 

Il caldo non spaventi i donatori: sono tantissime le iniziative pro-dono nel Paese, non ci sono scuse

donazione_luglio550

Il caldo è alle porte, e questo significa che mai come in questo momento bisogna ricordare ai donatori di compiere il fatidico gesto prima delle partenze e dei week-end al mare, e ai non donatori che è arrivato il momento di diventarlo. A tal proposito, sono molte le donazioni speciali organizzate nel week-end in tutta la penisola e le iniziative speciali, e come di consueto ecco la lunga carrellata di Buonsangue allo scopo di agevolare l’informazione e indicare gli eventi più significativi sul piano della diffusione della cultura del dono.

Cominciamo dal sud, che spesso e volentieri è la parte d’Italia dove si producono le maggiori carenze.

In Sicilia, oggi primo di giugno raccolta speciale a Campobello Licata in provincia di Agrigento, donazione già in riprogrammata in calendario per il giorno 17 giugno, proprio allo scopo di prevenire eventuali carenze estive. A Siracusa, invece, bella risposta della comunità cingalese, che in un solo giorno di raccolta speciale, ha offerto ben 38 sacche solidificando il concetto di integrazione.

In Calabria, a Paola (Cosenza) la Fidas locale organizza una raccolta straordinaria sabato 2 giugno, con una postazione allestita appositamente; si tratta solo dell’ultima di una lunga serie di iniziative delle sedi Avis calabresi che, per esempio, a Crotone, hanno portato concretamente al dono un nutrito gruppo di giovani studenti.

In Puglia, a Oria in provincia di Brindisi, serve sangue. E ci pensa Avis a organizzare la raccolta speciale per il 2 giugno mettendo in palio anche una bicicletta.

In Abruzzo, la testata Cityrumors.it da una bella notizia, ovvero l’aumento dei donatori a Giulianova (Teramo), ma al tempo stesso invoca l’aumento del personale a disposizione per i centri trasfusionali, un problema che non riguarda solo questa realtà locale; a Collecorvino in provincia di Pescara invece doppia razione di eventi: autoemoteca in favore della raccolta domani sabato 2 giugno, e un concorso per giovani artisti dal titolo “Lo dico con un murales”, contest nel quale i disegnatori proveranno a convogliare il messaggio del dono attraverso le proprie creazioni.

In Sardegna, a Tortolì (Nuoro) mare e donazione si possono conciliare tranquillamente grazie all’Avis locale, che ha da poco organizzato una donazione speciale lo scorso 30 maggio. E se per tutta l’estate si lavorasse alacremente in tutte le più note località balneari ideando qualche promozione per donatori?

In Toscana la situazione paventata dal Meteo del sangue, è migliorata molto rispetto alle scorse settimane: come vediamo in figura 1, le fragilità riguardano il gruppo A-, per il quale la richiesta è urgente, e i gruppi B- e 0+, dove c’è forte richiesta ma senza particolari gravità.

https web2 e toscana it crs meteo

Fig.1

In Emilia Romagna, l’Avis Ferrara come sempre molto attiva lancia un video per il dono prima dell’estate:

mentre a Forlì, la testata locale Forlìtoday.it celebra i numeri della provincia forlivese, tra le più munifiche del Paese in fatto di donazioni di sangue, plasma, organi e midollo. Bella poi l’iniziativa di Avis Piacenza, che proprio oggi, a partire dalle 15.30 organizza una pedalata di solidarietà al fine di ricostruire l’Avis di Amatrice.

In Veneto invece, dopo 14 anni, come testimonia L’Arena, è pronta una scultura commemorativa per i donatori Fidas e Aido, mentre è ampia l’attività delle associazioni in Liguria, viste anche le carenze delle scorse settimane che abbiamo ampiamente documentato: a Bordighera (Imperia) appena portata a termine un’iniziativa per sensibilizzare al dono i ragazzi degli istituti superiori di tutta la provincia, come racconta rivierapress.it, un progetto chiamato emblematicamente “Doniamo il sangue” a cui parteciperà anche la vicepresidentessa regionale Sonia Viale, e che a Ventimiglia ha prodotto anche una donazione speciale da parte degli studenti grazie all’impegno della Fidas locale.

In Friuli, per reagire alla situazione annunciata dal portale donatori di Udine, che come si può edere in figura 2 testimonia di alcune carenze per i gruppi B- e AB+, il 27 maggio scorso l’ADS locale (Associazione donatori di sangue) ha organizzato una caccia al tesoro a cui hanno preso parte, come si può leggere su Triesteprima.it, ben 400 persone. Iniziative sicuramente da ripetere in ogni parte d’Italia.

A F D S Associazione Friulana Donatori Sangue Udine

Fig.2

Sul piano delle testimonianze dei donatori, che sono sempre foriere di ispirazione, da segnalare il lavoro della testata donatorih24.it, che mette in primo piano la storia del giornalista Davide Ludovisi, donatore da ormai moltissimi anni in assoluta naturalezza. Un po’ come dovremmo fare tutti noi.

Infine, come sempre, ricordiamo che per individuare tra le tantissime iniziative e donazioni del week-end in tutta Italia quella più vicina a noi, Facebook è lo strumento migliore. Grazie alla sua grande capacità informativa su larga scala. È infatti possibile consultarlo per acquisire informazioni immediate sulle tantissime donazioni speciali in programma ogni giorno in tutto il Paese: basta digitare nel finder la stringa “donazione sangue” e cliccare nel menù sul comando “eventi” per ottenere la lista completa con date e orari di tutte le donazioni programmate nei prossimi giorni, dal week-end pronto a iniziare oggi venerdì 1giugno, proseguendo con le donazioni in programma nelle prossime settimane. Basta scorrere, e trovare facilmente quella più vicina a noi dalle Alpi alla Sicilia, come si può vedere in figura 3.

donazione sangue Ricerca di Facebook

Fig.3

Tra il 18 e il 20 maggio le assemblee generali di Avis a Lecce e di Fratres a Cinisi (Palermo): il sistema trasfusionale fa i conti con il presente e guarda al futuro

avis-2 35aa7c_logo_fratres_HomeIm_799x400

Inizia un week-end importantissimo per il sistema sangue italiano: due delle associazioni di donatori più attive e numericamente rilevanti del Paese, Avis e Fratres, vivranno tra venerdì 18 e domenica 20 maggio il più significativo momento dell’anno, con le assemblee generali associative.

Occasioni uniche di ritrovo e discussione, in cui fare il punto sulle dinamiche in corso nel presente del sistema trasfusionale italiano e nella realtà dei donatori di sangue, allo scopo di trovare soluzioni efficaci per il futuro e assicurare la continuità in fatto di disponibilità della risorsa biologica e di autosufficienza ematica.

Ma entriamo più nel dettaglio.

L’assemblea generale Avis, dal titolo “Un sistema in evoluzione. AVIS tra piano plasma, riforma del Terzo Settore e buone pratiche” si terrà a Lecce, nello splendido scenario barocco della capitale del Salento, e all’ordine del giorno, oltre ai lavori prettamente legati all’attività associativa (le relazioni del consiglio nazionale e delle delegazioni regionali), troveremo le conferenze su temi come:

1) Tavola rotonda sugli “Scenari sull’evoluzione del Sistema trasfusionale italiano”

2) Dibattito su “Le Associazioni di Volontariato e la riforma del Terzo Settore. Un nuovo statuto per l’Avis del futuro”

3) Conversazione con il dr. Nicola Gratteri – Procuratore Capo di Catanzaro su “Istituzioni, volontariato, comunità: un’alleanza per il cambiamento”

Ecco il programma completo:

avisavis 2

In quanto a Fratres, sarà Cinisi in provincia di Palermo, la città scenario della vicenda di Peppino Impastato, a ospitare i lavori associativi dal titolo “Segnali di Crescita ed Evoluzione”, anche in questo caso diretti all’analisi delle attività del presente in chiave di miglioramento e accrescimento dell’eccellenza futura, attraverso questioni chiave come guerra alla talassemia e al calo delle donazioni.

Dopo il saluto del Presidente Nazionale Fratres Sergio Ballestracci, andrà in scena una tavola rotonda di eccellenza sulla Talassemia, realizzata con il sostegno in servizi del Coordinamento dei CSV della Sicilia – Fondo speciale per il Volontariato.

Il Sabato sarà invece dedicato completamente ai lavori associativi con la relazione sulle attività, e con la premiazione dei Gruppi che hanno registrato il maggior fattore di crescita annuo sotto le categorie dei Donatori ei, giovani Donatori attivi, dell’indice di donazione, delle donazioni complessive e dei Donatori immigrati da altre Nazioni. Seguirà poi l’illustrazione di progetti per le future attività formative e promozionali, e l’illustrazione di come dovrà avvenire l’adeguamento alle nuove normative nazionali ed europee.

Infine, nella giornata di domenica tutti i partecipanti si daranno appuntamento presso la Chiesa Madre Maria SS. delle Grazie di Terrasini (Palermo), sfilando con i labari sociali prima della Santa Messa prevista per le ore 9.00

Ecco qui il manifesto completo della manifestazione.

32323375_1029426603873263_2403773052451028992_n

 

Il caldo tarda ad arrivare, per il sangue meglio così. Tante donazioni speciali nel week-end per lottare contro varie carenze

donazione_luglio550

Non c’è ancora il clima estivo che spesso finisce per spostare tutti al mare o in montagna, e dunque, anche in virtù delle moltissime carenze che abbiamo dovuto constatare nelle ultime settimane (soprattutto in Toscana, Liguria e Friuli), sono davvero tante le attività di raccolta organizzate dal Nord al Sud del Paese. Bisogna mettere il cosiddetto “fieno in cascina” prima che l’estate e il solleone agiscano come fattore demotivante del calo strutturale, come purtroppo siamo costretti a ripetere ogni anno.

Iniziamo dalla Toscana. La situazione descritta dal meteo del sangue è ancora molto delicata per la terza settimana consecutiva, con una sola eccedenza per quanto riguarda le scorte di sangue AB+, e una lunga carrellata di emergenze e fragilità generalizzate.

https web2 e toscana it crs meteo

A Pontedera (FI) tuttavia, pur registrando un dato generale sulla raccolta sangue più basso degli anni precedenti, ci sono almeno due fattori che lasciano ben sperare. È infatti aumentata la raccolta plasma, e così la risposta giovanile, in controtendenza con molte altre realtà. Il merito? Del lavoro congiunto tra associazioni, stampa e sanità che hanno contribuito a formare la cultura del dono.

Torniamo invece in Liguria dove di recente c’è stata un’emergenza sangue che non ne vuole sapere di finire. Appello per donare sempre attivo da parte delle istituzioni.

A Pescara, il dono del sangue che andrà in scena nella raccolta speciale di sabato 12 maggio organizzata da Avis, sarà immediatamente ripagato con un piccolo omaggio a sorpresa. Ma intanto, la sinergia con la festa PescarAmare regalerà ai partecipanti dosi energiche di divertimento per grandi e piccini.

In Puglia, a Palo del Colle in provincia di Bari, donazione speciale sabato 12 maggio e domenica 13 grazie al lavoro congiunto di Avis e Fratres, unite nella volontà di rendere organica la comunicazione e il messaggio sull’importanza di donare.

Anche in Sicilia, a Partanna in provincia di Trapani, la donazione di sangue è un tema di dibattito in grado di cementare nuove sinergie. Si tratta, in particolare, dell’accordo tra Asp locale e aeronautica militare di Birgi per migliorare le condizioni del trasporto sanitario di sangue.

A Lamezia, poco più a nord nella ridente Calabria, donazione speciale prevista per il 12 maggio, con un messaggio di fondo molto esplicativo. “Io ho quel che ho donato”, dove risulta evidente il parallelismo del dare e dell’avere che comporta l’atto del dono.

In Friuli Venezia Giulia il meteo del sangue parla chiaro: carenze gravi e persistenti per i gruppi 0-, A-, B+, B- e AB-. Insomma c’è molto da fare.

A F D S Associazione Friulana Donatori Sangue Udine

Su donatorih24, una bella intervista al presidente di Avis Nazionale Alberto Argentoni, con un appello generalizzato a tutti i donatori: donare quattro volte all’anno.

Per concludere, ricordiamo che è sempre molto facile individuare le tantissime donazioni del week-end in tutta Italia, e in particolare quelle vicino a noi.

Facebook è lo strumento migliore, grazie alla sua grande capacità informativa su larga scala. È infatti possibile consultarlo per acquisire informazioni immediate sulle tantissime donazioni speciali in programma ogni giorno in tutto il Paese: basta digitare nel finder la stringa “donazione sangue” e cliccare nel menù sul comando “eventi” per ottenere la lista completa con date e orari di tutte le donazioni programmate nei prossimi giorni, dal week-end pronto a iniziare oggi venerdì 11 maggio, proseguendo con le donazioni in programma nelle prossime settimane. Basta scorrere, e trovare facilmente quella più vicina a noi dalle Alpi alla Sicilia.

2 donazione sangue Ricerca di Facebook

Donando il sangue ci si può innamorare. E soprattutto si risolvono le carenze, come quella attualmente in corso in Toscana

blood-donation-ftr

Donare, bisogna sempre donare. Donare fa anche innamorare. Non ci credete? Eppure tra le tantissime donazioni speciali e tra le numerose notizie a tema sangue interessanti di questa settimana, spicca proprio quella di un amore nato grazie al dono. Dove? È successo in Lombardia, a Sesto San Giovanni (Milano) tra due giovanissimi donatori, Milena Nardo e Giacomo Piermattei, rispettivamente 20 e 23 anni. Lamartesana.it ha raccontato per intero la loro storia, che è nata all’ospedale di San Giovanni mentre erano in fila per donare. E se il quotidiano on-line già paventa un lungo futuro insieme tra loro, ciò che appare meno privato e più interessante per il pubblico è sottolineare come la vita associativa, da donatori, possa essere appagante anche sul piano della costruzione dei rapporti umani. Non solo amore, ma anche amicizia, interlocutori e collaborazione.

Ovviamente, non tutto è rose e fiori. A Rieti, per esempio, una raccolta sangue programmata con donatori periodici avvisati su chiamata, non è poi stata effettuata per mancanza di personale. Ce lo dice Il Messaggero, e si tratta di uno di quei casi in cui il danno è doppio, perché oltre alla mancata raccolta, si creano situazioni di scoraggiamento tra i donatori che hanno risposto all’appello.

In Campania, a Napoli, si cerca invece di favorire la donazione di sangue facilitando la logistica dei donatori diretti all’ospedale Cardarelli: dal Mattino apprendiamo infatti che tutti i donatori di sangue potranno raggiungere la struttura ospedaliera in Taxi, con una corsa gratuita.

E le carenze della scorsa settimana in Toscana che evoluzione hanno avuto? Sul sito del Meteo del Sangue vediamo che la carenza purtroppo non si placa. Eccedenza solo per il gruppo AB+ (Fig.1), mentre crisi generalizzata per tutti gli altri gruppi sanguigni ed emergenza per lo 0- di cui c’è bisogno immediato. L’appello è dunque, per tutti i donatori Toscani, di sfruttare le molte raccolte speciali del week-end per riportare la situazione su livelli accettabili.

https web2 e toscana it crs meteo (1)

Fig.1

Decisamente migliore la situazione in Friuli, come si può vedere sul Portale Donatori, un servizio che dimostra come l’informatizzazione delle scorte sangue per cogliere sempre le necessità in tempo reale è un servizio di cui si dovrebbero dotare al più presto tutte le regioni. Intanto, in figura 2, vediamo come esistano due carenze gravi per i gruppi B- e AB-, mentre situazione sotto controllo per i restanti e per il plasma.

A F D S Associazione Friulana Donatori Sangue Udine

Fig.2

A proposito di donazioni speciali, da segnalare in Liguria quella di domenica 15 aprile a Diano Marina in provincia di Imperia, segnalata su Imperia News e che coinvolge l’Avis locale depositaria di ottime aspettative di raccolta.

Più a est, donazione speciale per il giorno domenica 15 anche a Casale sul Sile, in Veneto provincia di Treviso, dove andrà in scena La giornata della donazione di sangue sempre organizzata da Avis, mentre scendendo fino a Sora, in provincia di Frosinone (Lazio) donazione speciale e importantissima all’Ospedale oncologico Sorano, a partire dalla mattinata di domenica, come testimonia Sora24.

La Fratres toscana organizza a Fucecchio (Firenze) La scampagnata del donatore, domenica 15 aprile 2018 dalle ore 15.00 presso il “Casotto del Sordo” Massarella, mentre in Lombardia, a Peschiera Borromeo, è la Fidas a essere protagonista con una raccolta speciale che dura ben tre giorni.

DaZvC-rV4AEqnX7

Sport, giovani e Associazioni insieme invece a Cernusco sul Naviglio, dove l’attivissima sezione Avis locale organizza una manifestazione sportiva dedicata a un rappresentante associativo storico avisino dal grande curriculum nazionale scomparso un anno fa, Pietro Varasi. A lui è dedicato il primo torneo di Hockey Promo per ragazzi di otto, dieci e dodici anni.

DakdgMFWsAAVrBm

Come di consueto infine, ricordiamo che sono tantissime le donazioni del week-end in tutta Italia grazie alle associazioni Avis, Fratres, Fidas e Croce Rossa, e per scoprire dove sono quelle più vicine affidarsi a Facebook per reperire tutte le informazioni disponibili sulle donazioni, è un’idea più che fruttifera.

Il social network per eccellenza, al di là delle funzioni d’intrattenimento, è sempre troppo poco usato e dunque sottovalutato per la sua capacità informativa, che dovrebbe essere invece il suo valore principale.

È infatti possibile consultarlo per acquisire informazioni immediate sulle tantissime donazioni speciali in programma ogni giorno in tutto il paese: basta digitare nel finder la stringa “donazione sangue” e cliccare nel menù sul comando “eventi” per ottenere la lista completa con date e orari di tutte le donazioni programmate nei prossimi giorni, dal week-end pronto a iniziare oggi venerdì 13 aprile, proseguendo con le donazioni in programma nelle prossime settimane. Basta scorrere, e trovare facilmente quella più vicina a noi dalle Alpi alla Sicilia, come in figura 3.

donazione sangue Ricerca di Facebook

Fig.3

La primavera delle associazioni: tra convegni ed eventi, l’impegno di Avis, Fidas e Fratres nei prossimi mesi fino al Blood Donor Day

spring-awakening-1197602_960_720

Moltissimi eventi, tra convegni a tema sangue, assemblee, iniziative: fino al 14 giugno 2018, data della giornata mondiale per la donazione di sangue che quest’anno vedrà i suoi lavori andare in scena in Grecia, ad Atene, le associazioni italiane hanno già un calendario molto fitto.

Vediamo, analizzando i programmi di Avis, Fidas e Fratres, cosa ci aspetta e che temi saranno approfonditi.

AVIS

La più grande associazione italiana di donatori con più di 1 milione e 300 mila iscritti è già stata attiva a Roma nel week-end appena trascorso (7-8 aprile), con un convegno sull’incidenza del nuovo regolamento europeo sulla privacy nel mondo associativo Avis. Il convegno, che nell’edizione romana è stato frequentatissimo con un alto numero di iscrizioni sarà ripetuto a San Donato Milanese il 5 maggio. Quello della privacy e della protezione dei dati personali è un tema piuttosto rilevante che su Buonsangue non mancheremo di approfondire nei prossimi giorni, ascoltando esperti associativi del ramo.

invito_5maggio-768x693

Un corso tecnico sicuramente molto utile si terrà invece, sempre a san Donato, Il 28 aprile: “Ruolo, responsabilità, attività, qualità per ogni fase del processo di raccolta sangue” sarà l’ampio tema da approfondire durante la giornata di lavori, per far sì che chi è impegnato nelle unità di raccolta possa contare su di un know-how operativo sempre più conforme e codificato in ogni sede d’Italia. Davvero molto ricco il programma che vedrà impegnati rappresentanti associativi da ogni parte d’Italia.

programma ecm 28 04 pdf

Infine, a maggio, si terrà l’82ma Assemblea generale AVIS a Lecce, al Grand Hotel Tiziano e dei Congressi, dal 18 al 20 maggio 2018. Dopo la scelta di Milano in coincidenza con il 90° anniversario si torna al sud nella città pugliese capitale del barocco, per due giorni di confronto su temi vari sintetizzati dal titolo “Un sistema in evoluzione. AVIS tra piano plasma, riforma del Terzo Settore e buone pratiche”.

FIDAS

In quanto a FIDAS, grande attesa per il convegno nazionale numero 57 previsto a Napoli per il 27-28 aprile. Maggiori dettagli li forniremo più avanti, ma intanto il convegno sarà occasione per assegnare l’ottavo premio giornalistico Isabella Sturvi sui migliori articoli dell’anno a tema sangue. Edizione, quella 2018, che vedrà premiati articoli pensati per la dimensione nazionale e per quella locale.

congresso_naz_2018_fidas_it

Molto importanti, inoltre, altri due convegni supportati da FIDAS, quello che si svolgerà al Porto antico di Genova dal 23 al 25 maggio, ovvero il 43mo Congresso nazionale di Medicina Trasfusionale organizzato dalla SIMTI, Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia, e quello che si terrà si terrà sabato 12 maggio alle 18.30, presso l’Isola Lo Scoglio, dal titolo “Bioetica e Diritto alla Salute. Donare per la Vita”, organizzato dalla FIDAS Porto Cesareo in collaborazione con la FIDAS Leccese, l’ADISCO (Associazione Donatrici Italiane Sangue Cordone Ombelicale) e l’ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo).

Occasioni importanti di studio e confronto su temi di grande interesse per la vita sanitaria pubblica.

FRATRES

Infine FRATRES: non ci sono eventi nazionali in programma ma è costante e attivo il lavoro sul locale. Da Fiori d’azzurro in collaborazione con Telefono Azzurro a Forte dei Marmi, una manifestazione di piazza per raccogliere fondi, fino a donazioni speciali, scampagnate e feste di gruppo.

Home Page FRATRES donatori di sangue

Infine, il 14 giugno, tutti pronti al World Blood Donor Day che andrà in scena ad Atene. “Be there for someone else. Give blood, share life” è lo slogan scelto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che in italiano significa “Sii disponibile per qualcun altro. Dona sangue e condividi la vita”. Breve, conciso, ineccepibile. Donare il sangue significa esattamente questo.

 

Attesa in Italia un’ondata di freddo, ma il cuore caldo dei donatori è pronto a sfidare le basse temperature

Incentivizing-blood-donation

Le previsioni del tempo per il fine settimana parlano chiaro, o forse sarebbe meglio dire che parlano grigio: maltempo previsto in molte zone d’Italia e neve anche a basse quote dall’Emilia Romagna alla Sicilia, a causa di una perentoria, persino arrogante, perturbazione che arriva dalla Siberia.

Ma il meteo che a noi interessa ancora di più è quello del sangue: in Toscana, il meteo del sangue più efficiente che c’è (e che speriamo sempre possa essere replicato in tutte le regioni) offre per i prossimi giorni stime confortanti: solo il gruppo 0 – mostra qualche fragilità, mentre addirittura eccedenze per B + e B – e AB +

https web2 e toscana it crs meteo

Per il meteo del sangue dei donatori di Udine, le esigenze maggiori riguardano invece il gruppo B – e AB –, mentre piuttosto confortante è la situazione degli altri gruppi e anche del plasma.

A F D S Associazione Friulana Donatori Sangue Udine

Nonostante la situazione buona del meteo, l’Avis di Massa Carrara, sprona i propri associati e la comunità tutta ad andare a donare senza sosta, come leggiamo su Il Tirreno, assieme a tutte le informazioni necessarie sui bisogni annui della zona e sui luoghi dove è possibile donare sangue e plasma.

In Abruzzo, siamo lieti di citare il caso dell’Avis di Collecorvino in provincia di Pescara, sezione che dal 2016 è cresciuta del 2% in fatto di soci, e ben del 12% in fatto di donazioni annue, non poco per una sezione molto piccola.

A Gela, in Sicilia, provincia di Caltanissetta a favorire la donazione di sangue ci pensa il consiglio comunale, come si può leggere sul network locale accentonews.it.

In Emilia Romagna, a Parma, da dove solo pochi mesi fa abbiamo raccontato un convegno importante sulle emergenze, e dove è stato da poco varato un piano sangue per il triennio 2017-2019 tarato sulla parola chiave “appropriatezza”, la politica locale approva i principi generali del programma, come racconta Parmadaily.it. 

In Lombardia, a Legnano, arriva si sviluppa il tema del Patient Blood Management, che come i lettori di Buonsangue sanno molto bene, è l’insieme di pratiche che consentono di fare un uso corretto e razionale della risorsa sangue.

In Umbria, la SIR Volley, squadra di pallavolo amatissima dai tifosi locali, partecipa alla cultura del dono, come scopriamo da un tweet sul profilo ufficiale della società:

Molte, poi, le donazioni speciali in giro per la penisola: a Imperia, in Liguria, Avis fissa sabato 24 febbraio la giornata della donazione del sangue, e tanti altri appuntamenti si registrano a Santa Maria Capua Vetere (Caserta), in tutta la provincia di Foggia con un bel programma di orari e luoghi, a Catanzaro, al Cus di Catania con la Croce Rossa, ad Avellino e ad Alghero con autoemoteca.

Ma poiché gli appuntamenti sono davvero tantissimi consigliamo di orientarsi attraverso i social come Facebook e Twitter per scoprire in pochi minuti tutte le donazioni speciali attive in Italia in questo week-end. Il social network per eccellenza è sempre sottovalutato per la sua capacità informativa, che dovrebbe essere invece il suo valore principale. È infatti possibile consultarlo per acquisire informazioni immediate sulle tantissime donazioni speciali in programma ogni giorno in tutto il paese: basta digitare nel finder la stringa “donazione sangue” e cliccare nel menù sul comando “eventi” per ottenere la lista completa con date e orari di tutte le donazioni programmate nei prossimi giorni vicino a noi, dal week-end pronto a iniziare oggi venerdì 23 febbraio, proseguendo con le donazioni in programma nelle prossime settimane. Basta scorrere, e trovare facilmente quella più vicina a noi dalle Alpi alla Sicilia, come vediamo in basso. Tutti a donare dunque, senza alcun timore del freddo che verrà.

raccolta sangue Ricerca di Facebook

Dal Centro nazionale sangue, infine, arriva un video dimostrativo sulla corretta pratica della terapia trasfusionale, una guida rapida e veloce per migliorare il proprio livello informativo.

A Carnevale con il sangue non si scherza: iniziative speciali, donazioni e notizie dall’universo sangue

IMG_09621

Nella settimana di Carnevale sono molte le notizie interessanti che arrivano dall’universo sangue. Con il sangue non si scherza si potrebbe commentare, e in effetti tra campagne, iniziative e donazioni speciali, le operazioni e le attività di donatori associati e addetti ai lavori non si fermano.

In Emilia Romagna, tiene banco la donazione di plasma con una campagna lanciata da Avis per sensibilizzare il pubblico su un tema che a noi di Buonsangue sta molto a cuore. Tutti a donare plasma dunque, anche perché il giallo è davvero il colore della vita e della bellezza.

FB-1

Sempre in Emilia, secondo Estense.com, il calo generale delle donazioni preoccupa la ragione che è pronta ad attuare un vero e proprio piano sangue basato sul lavoro di sensibilizzazione al fine di garantire l’autosufficienza.

In Liguria, attraverso Primocanale.it apprendiamo invece che Avis e Fidas stanno lavorando in sinergia per offrire al pubblico un nuovo strumento: il progetto Donatore 2.0 che avrà la finalità di offrire a chi vorrà donare sangue un servizio sempre più efficiente e vicino alle esigenze del sistema trasfusionale.

In Piemonte, sulle rive del Po in provincia di Cuneo, il sangue e l’importanza di donare diventano materia di studio a scuola, grazie a una serie di incontri in vari paesi organizzati dalla Fidas locale allo scopo di diffondere la cultura del dono anche tra i più giovani.

In Umbria, a Foligno (PG), l’Ente della Giostra della Quintana, manifestazione storica locale, manderà i propri “magistrati” a donare nella sede di Avis Foligno per una donazione speciale.  Ad Assisi, sempre in provincia di Perugia, arriva invece una neonata sede Fratres.

In Campania, a Paternopoli (Avellino) sinergia tra la Fratres locale e il Carnevale Paternense, allo scopo di diffondere la cultura del don tra i ragazzi.

Giorni importanti per Avis Cernusco (Milano): domenica 11 febbraio, in occasione dell’assemblea comunale dei soci ci sarà l’occasione di commemorare Pietro Varasi, una delle personalità avisine più significative della storia dell’associazione.

AVIS Cernusco su Twitter Siamo tutti Vittorio Formentano Assemblea dei Soci 11 febbraio avisnazionale 90Avis CheBellaAvis…

In quanto alle scorte di sangue in dotazione nelle regioni non si registrano particolari carenze.

In Toscana la situazione è in netto miglioramento rispetto alle ultime settimane, come si può vedere dai dati in mostra sul sito del Meteo del Sangue, un servizio immediato e moderno che ci auguriamo possa essere presto imitato dalle altre regioni, e messo a disposizione dei cittadini. Come si fede in figura 1 situazione stabile in molti gruppi, co n qualche fragilità per B+, B- e 0-.

https web2 e toscana it crs meteo

Chi ha già adottato uno strumento simile è il Portale del dono di Udine, che in questi giorni, come si vede in figura 2, segnala una carenza per il gruppo AB-, e situazioni decisamente migliorabili per i gruppi A- e B-.

A F D S Associazione Friulana Donatori Sangue Udine

Da non dimenticare infine l’utilizzo di Facebook per scoprire in pochi minuti tutte le donazioni speciali attive in Italia in questo week-end. Il social network per eccellenza è sempre sottovalutato per la sua capacità informativa, che dovrebbe essere invece il suo valore principale. È infatti possibile consultarlo per acquisire informazioni immediate sulle tantissime donazioni speciali in programma ogni giorno in tutto il paese: basta digitare nel finder la stringa “donazione sangue” e cliccare nel menù sul comando “eventi” per ottenere la lista completa con date e orari di tutte le donazioni programmate nei prossimi giorni, dal week-end pronto a iniziare oggi venerdì 9 febbraio, proseguendo con le donazioni in programma nelle prossime settimane. Basta scorrere, e trovare facilmente quella più vicina a noi dalle Alpi alla Sicilia, come in figura 3.

donazione sangue Ricerca di Facebook

Avis, Fidas, Fratres e Croce Rossa: cosa stanno facendo le associazioni italiane impegnate nella raccolta sangue

C_17_notizie_2671_paragrafi_paragrafo_0_immagine

Cosa stanno facendo le principali associazioni di donatori italiane?

In che modo portano avanti il loro discorso culturale sulla donazione responsabile, anonima, volontaria, non remunerata e associata?

Che campagne stanno lanciando e in quali attività sono impegnate?

Ecco una ricognizione sulle ultime notizie provenienti da Avis, Fidas, Fratres e Croce Rossa.

Avis Nazionale, numericamente l’associazione più corposa con circa 1 milione e 320 mila soci e 3 mila 400 sedi in tutta Italia, ha appena lanciato una campagna informativa basata su una collana di video che saranno pubblicati periodicamente sul canale Youtube dell’associazione stessa, nonché sulla pagina Facebook ufficiale di Avis. Ecco il primo contenuto, dal titolo piuttosto esplicativo “Chi Siamo”:

Qual è l’obiettivo dei nuovi video?

Ottenere il massimo risultato in termini di chiarezza informativa sul tema della donazione, sfruttando lo strumento efficace di un messaggio costruito su immagini elaborate graficamente e accompagnate dalla voce narrante di uno speaker: un meccanismo che valorizza al massimo il fattore immediatezza. A tal proposito, la dichiarazione del presidente di AVIS Nazionale, Alberto Argentoni

«Questa nuova collana risponde all’esigenza di promuovere le nostre attività con strumenti sempre più innovativi e immediati. Attraverso filmati brevi e dal ritmo piacevole e veloce, siamo riusciti a veicolare tutte quelle informazioni che finora sono sempre state diffuse attraverso testi e immagini statiche».

Sul fronte Fidas, sguardo proiettato al 19esimo meeting nazionale dei giovani Fidas in programma a Pordenone dal 16 al 18 marzo 2018, una bellissima occasione per preparare i giovani a un futuro da dirigenti associativi e spingerli ad affrontare con uno sguardo fresco e intraprendente tutte le problematiche legate alla raccolta sangue del futuro prossimo.

slide_fidas_it

Intanto, sono da segnalare, sul blog ufficiale dell’associazione, due interventi del responsabile comunicazione Fidas Cristiano Lena, che nei giorni 5 e 6 febbraio ha fronteggiato alcuni articoli di giornale non troppo esatti (per usare un eufemismo), sul tema dei rimborsi per le associazioni di donatori.

Più in dettaglio, il 5 febbraio è servita una rettifica per un articolo apparso su Il Giorno che riportava la fantomatica battaglia dall’assessore regionale al Welfare della Lombardia Giulio Gallera, deciso a combattere tagli al piano sangue regionale che non ci sono mai stati, se non nei dati errati citati nell’articolo;

il 6 febbraio, invece, la fake news è arrivata dal Quotidiano di Puglia, che ha strumentalizzato la notizia di 400 mila euro destinati alle associazioni di donatori attraverso un taglio allusivo e ambiguo, non rispondente al vero, come è stato giustamente riportato sul blog Fidas.

La pubblicazione di inesattezze, la tendenza a essere dozzinali o a strumentalizzare è una situazione non infrequente nell’informazione sanitaria, un ambito nel quale la saggezza consiglierebbe la massima attenzione alle questioni tecniche, così come ribadito nel pezzo di Lena:

La terapia trasfusionale rientra nei LEA, i Livelli Essenziali di Assistenza, come tante altre terapie a favore dei cittadini, garantiti dal Servizio Sanitario Nazionale senza prevedere per gli stessi neanche la compartecipazione di spesa (ossia a nessun titolo è richiesto il ticket). AVIS, FIDAS, FRATRES, Croce Rossa Italiana e le altre associazioni riconosciute, in base all’articolo 7 della legge 219 del 2005, “concorrono ai fini istituzionali del Servizio sanitario nazionale attraverso la promozione e lo sviluppo della donazione organizzata di sangue e la tutela dei donatori”. Percepiscono un rimborso dal Sistema Sanitario Nazionale per l’attività di sensibilizzazione e promozione del dono e il denaro serve a sostenere le spese di gestione dell’Associazione, dal canone di locazione della propria sede, alle utenze di luce, gas e telefono, al rimborso spese dei volontari che hanno cariche associative, come previsto nei loro statuti, ma soprattutto il rimborso serve per la copertura delle attività previste dalla normativa e svolte in convenzione, come la promozione del dono e la gestione della chiamata dei donatori effettuata sulla base di una programmazione regionale condivisa. Per far sì che le associazioni di volontariato, che costituiscono una risorsa fondamentale nel nostro paese, possano portare avanti la propria attività, sono state fissate delle tariffe di rimborso uniformi su tutto il territorio nazionale e riportate nell’allegato 2 dell’ASR del 14 aprile 2016 (22,00 euro per l’unità di sangue e 24,75 euro per l’unità di plasma in aferesi e multicomponent).

E Fratres Nazionale invece?

Fratres continua sui social con la sua campagna “Cerchiamo donatori di sangue #ConOgniMezzo”, che mostra (tra le varie immagini) un lancio col paracadute adrenalinico, con tanto di esibizione della bandiera associativa del gruppo, quasi a sottolineare l’importanza di insistere con il lavoro di raccolta quotidiano su tutto il territorio.

20882655_888884154594176_5907320657802868296_n

Croce Rossa Italiana infine, la più poliedrica delle associazioni di volontariato (giacché non impegnata solo nell’universo sangue), ha da qualche giorno pubblicato un video sul proprio canale Youtube, allo scopo di raccontare l’ultima grande assemblea generale che si è svolta a Roma nei giorni 27 e 28 gennaio 2018, con ospiti provenienti da tutto il mondo e l’occasione di sviluppare workshop e dibattiti allo scopo di far crescere sempre più l’associazione in efficienza e affiatamento, e svolgere le tantissime attività che CRI offre a favore della comunità.

Ecco la video testimonianza.

Le carenze ancora d’attualità in molte regioni italiane, soprattutto al Sud. Segnalazioni da Puglia, Sicilia, Calabria, Campania. Ma anche da Veneto e Piemonte.

immagine mani

In molte regioni d’Italia manca ancora sangue

La situazione generale è in via di miglioramento rispetto alla settimana dell’8-14 gennaio, quando sulla bacheca Sistra, sulla quale figurano tutte le richieste che arrivano dalle Regioni, si erano contate carenze sempre crescenti, fino alla cifra considerevole di ben 1315 sacche (il picco del giorno 13) da Puglia, Lombardia, Toscana, Lazio, Campania e Piemonte.

Già nei giorni successivi, come abbiamo segnalato nell’articolo di sabato 19 gennaio, la situazione era andata in via di miglioramento, con le 922 sacche richieste lunedì 15 gennaio calate progressivamente fino alle 275 di venerdì 19.

L’opportunità di offrire il vaccino antinfluenzale gratuitamente è stata ribadita dal direttore del Centro nazionale sangue, Giancarlo Liumbruno, all’importante convegno sul sistema del plasma andato in scena a Verona sabato 20 gennaio, evento su cui abbiamo pubblicato un lungo report lunedì 22 gennaio.

Queste le parole di Liumbruno sull’argomento, a conferma di quanto aveva già dichiarato poche ora prima il presidente Fidas e coordinatore Civis Aldo Ozino Caligaris: “Un’informazione importante: stiamo lavorando per concretizzare l’idea di offrire a tutti i donatori il vaccino antinfluenzale, sia per evitare il calo nella raccolta sia per aumentare l’impatto culturale del vaccino sulla popolazione”.  

Ma da quali regioni arrivano le richieste e gli appelli delle ultime ore?

A Foggia, in Puglia, Avis chiama i propri donatori all’azione proponendo un contest: “A tutto selfie”, un’idea giocosa che consentirà a ogni donatore di scattare una foto ricordo che sarà poi pubblicata sulla pagina Facebook dell’associazione, allo scopo di ottenere i fatidici “Like” e vincere un gadget premio.

A Reggio Calabria, Stretto Web segnala che andrà avanti ancora per i prossimi mesi la campagna straordinaria di raccolta sangue all’Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, voluta fortemente dalle associazioni  territoriali Adspem, Fidas e Avis, allo scopo di aiutare a trovare una data per il dono per tutti coloro i quali faticano a donare durante i giorni lavorativi.

Un quadro molto delicato arriva dalla provincia di Salerno ed è segnalato da Amalfi Web, con toni particolarmente drammatici e qualche refuso di troppo che speriamo non scoraggino i donatori di zona a fare il proprio dovere.

E se a Campobello Licata, in provincia di Agrigento, si è ripreso con le giornate Avis di raccolta speciale (la prossima il 4 febbraio, anche dal Nord, e in particolare dal Veneto area del Veneziano, arriva un saldo di donazioni negativo che ha spinto le Avis locali (Avis Mestre-Marghera, Venezia e Zelarino, più Avis provinciale Venezia) a organizzare un incontro speciale che avrà luogo oggi 24 gennaio, al fine di decidere le prossime strategie operative per aumentare la raccolta.

Anche a Borgomanero in Piemonte, come segnala Novara Today, esiste una situazione delicata, che ha generato un appello dell’Avis locale per chiamare a raccolta i donatori.

Infine due segnalazioni legate al bel momento in cui donazione di sangue e giovani si incontrano: a Modena donazione speciale per alcuni studenti dell’istituto Tecnico Barozzi si sono cimentati nella prima donazione assoluta per Avis, un momento per loro piuttosto emozionante.

Ad Altopascio invece, in provincia di Lucca, Avis e Fratres insieme hanno inaugurato il progetto “Una goccia di solidarietà”, campagna di sensibilizzazione che prevede la diffusione della cultura del sangue nelle scuole primarie e secondarie.