Il gelo è arrivato, ma per il sangue la situazione è sotto controllo. Nel week-end del voto, una sosta per donare sangue può essere una bella pausa di riflessione

Tutto come da copione. Ci avviciniamo al voto e il gelo è arrivato in tutta Italia, ostruendo strade e comunicazioni, ma almeno al momento non si registrano carenze significative.

Consultando i meteo del sangue attivi scopriamo infatti che in Toscana (Fig.1) ci sono urgenze solo per il gruppo 0 -, con ottime eccedenze per tutti gli altri gruppi.

https web2 e toscana it crs meteo

Fig.1

In Friuli Venezia Giulia invece, sul portale dei donatori friulani, sono i gruppi B- e AB- a trovarsi in sofferenza, a fronte di una situazione buona per tutti gli altri e per il plasma (Fig.2)

A F D S Associazione Friulana Donatori Sangue Udine

Fig.2

Anzi, sono state moltissime le donazioni organizzate in tutta Italia nei giorni scorsi, con esiti importanti.

Vicino a Sanremo, per esempio, in provincia di Imperia, grossa soddisfazione per la Fidas di Coldirodi come scrive SanremoNews, grazie ai tantissimi donatori abituali e non che hanno partecipato alla donazione dello scorso 25 febbraio. Prossima data per la donazione speciale? Il 27 maggio, save the date.

Con il 2017 appena trascorso, inoltre, è tempo di assemblee generali per molte sedi associative, e di relativi bilanci.

Sempre in Liguria, a La Spezia, il bilancio 2017 è positivo con 3171 donatori, risultato che è stato celebrato in assemblea e che nasce dalla collaborazione tra centro trasfusionale e associazioni locali come Avis.

Notevoli i numeri che arrivano dalla Calabria, e in particolare da Reggio, dove l’Avis Comunale ha raccolto ben 7800 sacche nel 2017, 500 in più rispetto al 2016, un numero che tuttavia non deve far credere che i bisogni siano ottemperati. Anzi, come dicono gli avisini su StrettoWeb, l’ambizione deve essere migliorare.

Meno positiva la situazione in Umbria. Tuttoggi.it riporta infatti che dai dati di Avis Regionale Umbria, emerge un calo progressivo di circa l’8% in due anni. Come reagire? Con promozione e iniziative che devono riportare i numeri in crescita sin da subito, secondo le direttive del “Piano regionale sangue”, e la riattivazione, appena possibile, dei centri trasfusionali di Norcia e Cascia.

A Premilcuore, leggiamo su Avvenire, un minuscolo paesino in provincia di Forlì-Cesena, c’è una media record di donatori iscritti al gruppo Fratres locale, ben 112, il 14% per cento della popolazione totale. Se la media di Premilcuore (nome/omen) fosse quella nazionale, l’autosufficienza sangue nazionale sarebbe un risultato automatico.

Ma come si fa a reggere l’urto dei tempi e del ricambio generazionale e diffondere con efficacia la cultura del dono anche tra i giovani?

Se ne parlerà diffusamente al Cus di Ferrara in un incontro atto a descrivere il legame tra sport e donazione in cui Avis incontrerà varie associazioni sportive del territorio, di cui ci informa L’Estense, ribadendo l’importanza di trasmettere i valori degli stili di vita corretti.

Su La Stampa di Aosta, infatti, un recente articolo riporta le dichiarazioni di Carla Buzzelli, presidente della Fidas Valle d’Aosta, che sottolinea come il consumo eccessivo di cannabis e alcool possa risultare un freno alla donazione delle nuove generazioni.

Ora spazio agli appuntamenti futuri. Non manca molto alla tre giorni Fidas di Pordenone (14-16 marzo) dedicata alla formazione dei giovani, meeting che arriva alla 19esima edizione, ma prima, sabato 3 marzo, sempre in Friuli si terrà a  San Vito al Tagliamento (PD) un convegno tra le varie associazioni locali per parlare di direttiva europea 1214/2016, entrata in vigore il 15 febbraio 2018, documento che introduce l’attuazione delle buone prassi contenute nella ‘Guida alla preparazione, uso e garanzia di qualità degli emocomponenti’.

slide_fidas_it

Donazioni speciali nelle isole: a Tortolì (Nuoro), in Sardegna, in programma oggi 2 marzo grazie all’Avis locale: si dona dalle 8 alle 11.30 in via Temo, mentre ad Augusta (SR) tutti a donare sangue domenica 4 marzo, secondo l’originale percorso prima dono poi voto, dalle 8 alle 12, presso la sede Fratres di Via Gramsci. A informarci, è la Gazzetta Augustana.

Sempre la Fratres è molto attiva in Toscana, a Pontremoli, in provincia di Massa-Carrara, organizzando un bel programma di Plasma Day, ovvero donazioni congiunte di sangue e plasma. Le date per tutto il 2018 sono riportate sull’Eco della Lunigiana.

Infine, per scoprire tutte le informazioni disponibili sulle donazioni vicino a noi, ricordiamo l’utilità dello strumento Facebook.

Il social network per eccellenza è sempre sottovalutato per la sua capacità informativa, che dovrebbe essere invece il suo valore principale. È infatti possibile consultarlo per acquisire informazioni immediate sulle tantissime donazioni di sangue speciali in programma ogni giorno in tutto il paese: basta digitare nel finder la stringa “donazione sangue” e cliccare nel menù sul comando “eventi” per ottenere la lista completa con date e orari di tutte le donazioni programmate nei prossimi giorni, dal week-end pronto a iniziare oggi venerdì 2 marzo, proseguendo con le donazioni in programma nelle prossime settimane. Basta scorrere, e trovare facilmente quella più vicina a noi dalle Alpi alla Sicilia, come in figura 3.

donazione sangue Ricerca di Facebook

Fig.3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *