Qualche carenza, un’urgenza a Palermo, alcune buone notizie e le raccolte speciali del weekend dall’Italia che dona

thinkstockphotos-151340059_thumb_720_480.jpg.pagespeed.ce.S8Zle_jwOx

Entra nel vivo l’estate, il periodo dell’anno che per la donazione di sangue è in genere il più difficile perché meno prolifico di unità raccolte. Ma per fortuna le apparenze a volte ingannano, e se è vero che si può (e si deve fare sempre di più), è bello ogni tanto sottolineare dei movimenti in controtendenza.

È di poche ore fa, infatti, l’annuncio della Regione Campania che avvisa la fine della crisi di sangue nel territorio regionale https://www.expartibus.it/emergenza-sangue-superata-fase-critica/ grazie all’impegno congiunto di donatori, personale dei servizi trasfusionali e associazioni di donatori. La notizia è stata ripresa da diversi network del territorio come http://www.scrivonapoli.it/campania-superata-lemergenza-sangue-grazie-ai-donatori/, a testimonianza di quanto la stampa locale possa essere determinate nell’aiutare a diffondere la cultura del dono e nel promulgare informazione specifica paese dopo paese.

In quest’ottica, e per rafforzare il connubio sport-donazione di cui si è molto parlato anche in occasione del World Blood Dono Day celebrato a Roma http://www.buonsangue.net/eventi/world-blood-donor-day-2017-donatori/ ecco l’iniziativa del club di nuotatori Jolly a Pietrelcina in provincia di Benevento: http://www.tvsette.net/2017/06/27/donazione-sangue-degli-atleti-della-jolly-nuoto-club-di-pietrelcina/.

Sempre al sud, in Sicilia e precisamente nel capoluogo Palermo, emergenza sangue in corso per il gruppo 0 con interventi chirurgici a rischio, come si può leggere sull’edizione locale di Repubblica: http://palermo.repubblica.it/cronaca/2017/06/29/news/emergenza_sangue_a_palermo_l_appello_dell_ospedale_villa_sofia_cervello_servono_donatori_del_gruppo_zero_-169502143/. Ci aspettiamo una risposta intensa dei palermitani.

A Siracusa, il ribasso delle donazioni ha consentito di ideare un’iniziativa che potrebbe funzionare molto bene su larga scala: si chiama “Porta un amico” e punta sul fattore di coinvolgimento diretto tra i donatori periodici e i loro amici più cari che ancora donatori non sono: http://www.siracusatimes.it/siracusa-avis-al-via-alla-campagna-porta-un-amico/.

Una tecnica sperimentabile in qualsiasi luogo.

Avis Enna invece punta sul fattore musica, per una serie di eventi locali che perdurano da settimane. OrchestrAvis, come si legge su Vivi Enna http://www.vivienna.it/2017/06/27/in-piazza-duomo-e-tempo-di-orchestra-con-avis-enna/, è un concerto promozionale andato in scena il 28 giugno, mentre ad Agrigento e provincia sono numerose le raccolte speciali del week-end http://www.agrigentonotizie.it/cronaca/donazione-del-sangue-raccolte-ad-agrigento-favara-e-naro.html.

Puglia e Calabria, per concludere con il mezzogiorno: raccolta speciale prevista per domenica 2 luglio a Santeramo in Colle, provincia di Bari: http://www.santeramolive.it/news/attualita/508596/domenica-la-sesta-giornata-della-donazione-di-sangue-allmonte-iacoviello e preparazione della campagna estiva a favore del dono a Catanzaro http://www.lametino.it/Ultimora/al-via-campagna-estiva-avis-per-sensibilizzare-al-dono-del-sangue-il-3-la-presentazione.html.

Al centro Italia molto movimento. A Viterbo, alla caserma Scaloni, dono speciale dei ragazzi delle forze armate https://www.ontuscia.it/societa/donazione-sangue-alla-caserma-soccorso-saloni-2-246369 in sinergia con l’Avis locale, mentre a Foligno, in Umbria, è il Messaggero a parlare dell’accordo locale tra Avis Foligno e Associazione Innamorati del Centro per perseguire politiche comuni sul dono, specie in periodi di carenza come l’attuale http://www.ilmessaggero.it/umbria/foligno_emergenza_sangue_innamorati_centro_sostiene_avis_comunale-2529290.html. Sempre in Umbria, a Marsciano (Perugia), l’Avis locale chiede uno sforzo ai donatori per combattere la carenza: https://marsciano7.it/sos-sangue-lavis-chiede-uno-sforzo-ai-donatori/.

Altre buone notizie in arrivo dall’Abruzzo: ad Avezzano http://www.cityrumors.it/notizie-laquila/cronaca-laquila/476611-ospedale-avezzano-procedure-piu-sicure-le-trasfusioni.html entrano in azione le procedure di Patient Blood Management, con i susseguenti vantaggi per i pazienti e il dosaggio della risorsa sangue.

La Fidas è invece molto attiva al Nord, con raccolte speciali il 9 luglio a Gallo Grinzane in provincia di Cuneo http://www.targatocn.it/2017/06/28/leggi-notizia/argomenti/salute-e-benessere/articolo/gallo-grinzane-ecco-il-programma-delle-donazione-di-sangue.html e ad Arma di Taggia, dalle parti di Sanremo in Liguria in sinergia con l’associazione Donnedamare e con gli stabilimenti balneari locali che offriranno lettini e ombrelloni gratuiti a chiunque donerà sangue http://www.sanremonews.it/2017/06/28/leggi-notizia/argomenti/altre-notizie/articolo/arma-di-taggia-domenica-raccolta-sangue-con-autoemoteca-al-parco-di-villa-boselli.html.

Infine due flash dall’Emilia: l’attesissimo concerto di Vasco Rossi in calendario il primo Luglio a Modena spinge l’Avis locale e il Policlinico modenese a richiedere uno sforzo ai donatori di tipo 0+, in modo da poter ovviare a qualsiasi carenza o emergenza http://www.tvqui.it/news/modena/145984/modena-park-l-avis-chiede-ancora-donazioni-entro-il-30-giugno.html.

Nota molto interessante in chiave Patient Blood Management, invece, arriva dal sito dell’Ausl Bologna, che spiega quanto sia importante, sul piano della diffusione della cultura del dono, sapersi aggiornare e stare al posso con i tempi: https://www.ausl.bologna.it/news/current/auslnews.2017-06-28.1356486564.

Pianificazione delle risorse in base ai bisogni effettivi, utilizzo sempre più appropriato dei prodotti derivanti dalle donazioni, ossia plasma ed emoderivati e donazione su prenotazione, sono alcuni degli obiettivi programmatici da inseguire non solo sul territorio emiliano, ma in tutto il Paese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *