L’emergenza caldo complica la situazione sangue: carenze e raccolte speciali in molte regioni italiane

6b4413361a78ffb6a26b2f533d768164_XL

L’emergenza caldo che si abbatte sull’Italia sta creando numerosi problemi anche alla raccolta sangue, e non sono pochi gli appelli che si registrano nel paese, da nord a sud, per fortuna compensati da iniziative a favore del dono e raccolte speciali.

Ma entriamo nel dettaglio.

In Veneto, regione del nuovo presidente Avis Alberto Argentoni, http://www.veneziatoday.it/cronaca/avis-carenza-donatori-sangue-venezia.html, è proprio l’Avis di Mestre Marghera a lanciare l’allarme, parlando di un’emergenza sangue che nella terraferma veneziana dura ormai 365 giorni all’anno e di un calo considerevole di donatori specie tra i giovani: “Manca il turnover, i giovani non donano e su una popolazione di oltre 100 mila abitanti nella fascia di età 18-65, meno del 30% è già donatore” spiega la presidente di sezione Lucia Delsole.

A Brescia, In Lombardia, al bisogno di sangue rispondono i carabinieri locali, e in cospicuo numero: saranno addirittura 40 i donatori speciali http://www.ilgiorno.it/brescia/cronaca/donatori-sangue-1.3219976 pronti a rispondere alle crescenti esigenze delle strutture sanitarie di zona, mentre a Milano, curiosa iniziativa promozionale per ricordare a tutti che il bisogno di sangue non va in feri con l’estate: a diffondere il messaggio “dona sangue, dona presto, dona spesso” è una vela trainata da una carrozza, come testimonia Il Giorno nell’edizione in dialetto milanese http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/dialetto-milanese-1.3216483.

In Liguria, a Savona, i programmi di sensibilizzazione per educare i giovani alla cultura del dono sin dall’età scolastica sono già attivi http://www.ivg.it/2017/06/donazione-del-sangue-lavis-grazie-per-la-propaganda-svolta-nelle-scuole/ grazie alla sinergia tra l’Avis locale e gli istituti, moltissimi, che hanno aderito al programma pro volontariato.

In Campania, a Napoli, il Mattino segnala un momento di carenza piuttosto invasivo con la necessità, per alcune strutture ospedaliere, di rimandare gli interventi chirurgici meno urgenti http://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/emergenza_sangue_in_campania_appello_zero_positivo_e_negativo-2521677.html.

In Toscana, come sempre, è il prezioso servizio offerto dal meteo del sangue a chiarire la situazione: https://web2.e.toscana.it/crs/meteo/

https web2.e.toscana.it crs meteo

La Fratres è particolarmente attiva ad Andria, in Puglia, dove per il 2 luglio è prevista una raccolta speciale che anticiperà la giornata speciale del donatore voluta in Puglia dal governatore Emiliano in memoria della collisione dei treni del 12 luglio scorso http://www.andrialive.it/news/contenuti-suggeriti/488665/richiesta-sangue-lemergenza-non-va-in-vacanza.

Il gemellaggio tra Cosenza e Tirana sarà invece occasione, in Calabria, per una donazione speciale prevista per domenica 25 giugno: su Cosenza Informa http://www.cosenzainforma.it/notizia5671/Donazione-sangue-Gemellaggio-tra-Cosenza-e-Tirana.html# è possibile leggere il programma giornaliero.

In Campania, a Pellezzano, in provincia di Salerno, già programmata un’intera giornata dedicata al dono per il 9 luglio, e a diffondere la notizia con le indicazioni logistiche è il giornale locale Salerno Today http://www.salernotoday.it/cronaca/donazione-sangue-avis-pellezzano-9-luglio-2017.html.

Infine una bella notizia proveniente da Genova: ottimi i dati per la raccolta prevista il 14 giugno per la giornata mondiale del donatore, con ben 432 unità di sangue raccolte in un solo giorno http://www.genova24.it/2017/06/sanita-oltre-432-unita-sangue-raccolte-nella-giornata-mondiale-del-donatore-182196/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *