Facebook sempre più usato come Social Good, in funzione di campagne sociali. Tutte le notizie più interessanti del week-end a tema sangue

sgg-logo-on-blue

Lo avevamo anticipato lo scorso 30 settembre: Facebook, che secondo l’ultima recente analisi trimestrale ripresa da La Stampa e dal Post, sta perdendo utenti sui mercati più maturi, continua a fare passi avanti sul piano del progetto Social Good.

Su Vanity Fair, in un ampio servizio che mostra le potenzialità del network che raccoglie ormai più di 2 miliardi di persone sul piano della crescita e della condivisione di iniziative a sfondo sociale come raccolta fondi per le Ong, è riportato il caso recente dell’India, dove il social più utilizzato del mondo è servito a connettere 4 milioni di donatori indiani che hanno poi sfruttato il mezzo con successo, per sensibilizzare il resto del paese sull’importanza del dono e sul bisogno di rifornire le banche del sangue e gli ospedali.

Da noi, in Italia, Facebook serve a diffondere i messaggi e l’informazione delle associazioni di donatori, raggiungendo soprattutto gli utenti delle fasce adulte o più giovani; tuttavia, come suggeriamo spesso, può essere molto utile e di rapida consultazione per scoprir quali sono le raccolte speciali più vicine a noi week-end dopo week-end.

Facebook è sempre sottovalutato per la sua capacità informativa: ma basta digitare nel finder la stringa “donazione sangue” e cliccare nel menù sul comando “eventi” per ottenere la lista completa con date e orari di tutte le donazioni in programma nei prossimi giorni, dal week-end pronto a iniziare oggi venerdì 2 febbraio, proseguendo con le donazioni in programma nelle prossime settimane. Basta scorrere, e trovare facilmente quella più vicina a noi dalle Alpi alla Sicilia, come in figura 1.

donazione sangue Ricerca di Facebook
Fig.1

In quanto alle notizie più significative che arrivano da ogni parte del paese, si registra ancora qualche carenza di sangue in Puglia, a Manduria in provincia d Taranto, dove addirittura l’assenza di un medico al Centro Emoteca cittadino ha generato una reazione forte tra gli iscritti alla sezione Avis locale, che hanno addirittura minacciato di dimettersi in massa.

 

Dal sito Donatorinati.it, invece, ovvero l’associazione di donatori di sangue interna alla Polizia di Stato, arriva un appello molto denso da parte del dottor Marco Vignetti, Vice Presidente Nazionale AIL – Associazione Italiana contro le leucemie – linfomi e mieloma ONLUS.

Ecco le sue parole:

“Viviamo un’epoca di grandi cambiamenti nella medicina. Questa frase è vera per noi, oggi, ma lo è stata anche per i nostri genitori, nonni e via dicendo. È il segno dell’evoluzione della medicina, della scienza, dell’uomo stesso. Ma è certamente vero che oggi, noi possiamo anche affermare che gli avanzamenti nella cura delle malattie del sangue sono talmente rilevanti da non avere eguali nel passato. Siamo entrati nell’era della medicina di precisione, nella medicina che permette di colpire uno specifico bersaglio molecolare con estrema efficacia (…)  è qui che emerge tutta l’importanza e la potenza dell’atto della donazione, perché nonostante tutta la scienza, la tecnologia e l’impegno di decine di migliaia di ricercatori, ancora oggi il sangue risulta essere un componente non sostituibile per numerose terapie, non ultima quella del trapianto. Siate quindi fieri del vostro impegno, consapevoli del reale impatto che la vostra generosità ha sulla vita di tante persone, che forse non conoscerete mai, ma che certamente vi ringrazieranno con un pensiero.”

Chiudiamo con le notizie che arrivano dalla Toscana, dove la situazione generale del sangue a disposizione non è straordinaria, come si può vedere sul sito del Meteo del sangue, in costante aggiornamento. Nella situazione di ieri in figura 2 (ultimo dato pubblicato nel tardo pomeriggio del 31 gennaio), varie difficoltà esistono per tutti i gruppi (fragili A+ B+ 0+ e AB-) urgente A-, in emergenza B- e 0-.  Situazione invece buona per l’AB +.

https web2 e toscana it crs meteo
Fig.2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *