Il caldo non spaventi i donatori: sono tantissime le iniziative pro-dono nel Paese, non ci sono scuse

donazione_luglio550

Il caldo è alle porte, e questo significa che mai come in questo momento bisogna ricordare ai donatori di compiere il fatidico gesto prima delle partenze e dei week-end al mare, e ai non donatori che è arrivato il momento di diventarlo. A tal proposito, sono molte le donazioni speciali organizzate nel week-end in tutta la penisola e le iniziative speciali, e come di consueto ecco la lunga carrellata di Buonsangue allo scopo di agevolare l’informazione e indicare gli eventi più significativi sul piano della diffusione della cultura del dono.

Cominciamo dal sud, che spesso e volentieri è la parte d’Italia dove si producono le maggiori carenze.

In Sicilia, oggi primo di giugno raccolta speciale a Campobello Licata in provincia di Agrigento, donazione già in riprogrammata in calendario per il giorno 17 giugno, proprio allo scopo di prevenire eventuali carenze estive. A Siracusa, invece, bella risposta della comunità cingalese, che in un solo giorno di raccolta speciale, ha offerto ben 38 sacche solidificando il concetto di integrazione.

In Calabria, a Paola (Cosenza) la Fidas locale organizza una raccolta straordinaria sabato 2 giugno, con una postazione allestita appositamente; si tratta solo dell’ultima di una lunga serie di iniziative delle sedi Avis calabresi che, per esempio, a Crotone, hanno portato concretamente al dono un nutrito gruppo di giovani studenti.

In Puglia, a Oria in provincia di Brindisi, serve sangue. E ci pensa Avis a organizzare la raccolta speciale per il 2 giugno mettendo in palio anche una bicicletta.

In Abruzzo, la testata Cityrumors.it da una bella notizia, ovvero l’aumento dei donatori a Giulianova (Teramo), ma al tempo stesso invoca l’aumento del personale a disposizione per i centri trasfusionali, un problema che non riguarda solo questa realtà locale; a Collecorvino in provincia di Pescara invece doppia razione di eventi: autoemoteca in favore della raccolta domani sabato 2 giugno, e un concorso per giovani artisti dal titolo “Lo dico con un murales”, contest nel quale i disegnatori proveranno a convogliare il messaggio del dono attraverso le proprie creazioni.

In Sardegna, a Tortolì (Nuoro) mare e donazione si possono conciliare tranquillamente grazie all’Avis locale, che ha da poco organizzato una donazione speciale lo scorso 30 maggio. E se per tutta l’estate si lavorasse alacremente in tutte le più note località balneari ideando qualche promozione per donatori?

In Toscana la situazione paventata dal Meteo del sangue, è migliorata molto rispetto alle scorse settimane: come vediamo in figura 1, le fragilità riguardano il gruppo A-, per il quale la richiesta è urgente, e i gruppi B- e 0+, dove c’è forte richiesta ma senza particolari gravità.

https web2 e toscana it crs meteo

Fig.1

In Emilia Romagna, l’Avis Ferrara come sempre molto attiva lancia un video per il dono prima dell’estate:

mentre a Forlì, la testata locale Forlìtoday.it celebra i numeri della provincia forlivese, tra le più munifiche del Paese in fatto di donazioni di sangue, plasma, organi e midollo. Bella poi l’iniziativa di Avis Piacenza, che proprio oggi, a partire dalle 15.30 organizza una pedalata di solidarietà al fine di ricostruire l’Avis di Amatrice.

In Veneto invece, dopo 14 anni, come testimonia L’Arena, è pronta una scultura commemorativa per i donatori Fidas e Aido, mentre è ampia l’attività delle associazioni in Liguria, viste anche le carenze delle scorse settimane che abbiamo ampiamente documentato: a Bordighera (Imperia) appena portata a termine un’iniziativa per sensibilizzare al dono i ragazzi degli istituti superiori di tutta la provincia, come racconta rivierapress.it, un progetto chiamato emblematicamente “Doniamo il sangue” a cui parteciperà anche la vicepresidentessa regionale Sonia Viale, e che a Ventimiglia ha prodotto anche una donazione speciale da parte degli studenti grazie all’impegno della Fidas locale.

In Friuli, per reagire alla situazione annunciata dal portale donatori di Udine, che come si può edere in figura 2 testimonia di alcune carenze per i gruppi B- e AB+, il 27 maggio scorso l’ADS locale (Associazione donatori di sangue) ha organizzato una caccia al tesoro a cui hanno preso parte, come si può leggere su Triesteprima.it, ben 400 persone. Iniziative sicuramente da ripetere in ogni parte d’Italia.

A F D S Associazione Friulana Donatori Sangue Udine

Fig.2

Sul piano delle testimonianze dei donatori, che sono sempre foriere di ispirazione, da segnalare il lavoro della testata donatorih24.it, che mette in primo piano la storia del giornalista Davide Ludovisi, donatore da ormai moltissimi anni in assoluta naturalezza. Un po’ come dovremmo fare tutti noi.

Infine, come sempre, ricordiamo che per individuare tra le tantissime iniziative e donazioni del week-end in tutta Italia quella più vicina a noi, Facebook è lo strumento migliore. Grazie alla sua grande capacità informativa su larga scala. È infatti possibile consultarlo per acquisire informazioni immediate sulle tantissime donazioni speciali in programma ogni giorno in tutto il Paese: basta digitare nel finder la stringa “donazione sangue” e cliccare nel menù sul comando “eventi” per ottenere la lista completa con date e orari di tutte le donazioni programmate nei prossimi giorni, dal week-end pronto a iniziare oggi venerdì 1giugno, proseguendo con le donazioni in programma nelle prossime settimane. Basta scorrere, e trovare facilmente quella più vicina a noi dalle Alpi alla Sicilia, come si può vedere in figura 3.

donazione sangue Ricerca di Facebook

Fig.3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *