Il sangue per curare il cuore, le articolazioni e perfino per rintracciare l’autismo: la ricerca scientifica sul sangue al centro dell’attenzione mediatica in tutto il mondo

images

Il sangue come elemento chiave per indagare alcune predisposizioni del nostro organismo, con la conseguente possibilità di prevenire accadimenti negativi come l’infarto: la buona notizia, molto interessante, è riportata nelle ultimissime ore da Adnkronos, e si rifà a uno studio portato avanti dal Intermountain Medical Center di Salt Lake City, che assieme ai ricercatori del LipoScience Laboratories hanno scoperto come il GlycA, un marcatore del sangue recentemente identificato, e la proteina C-reattiva (Crp), si comportano come vere e proprie spie per individuare prematuramente i problemi cardiovascolari: http://www.adnkronos.com/salute/medicina/2017/03/17/infarto-scoperte-spie-nel-sangue_gknk3IQ79PTpTR3BgDkBTI.html

La nostra frequente rassegna di notizie dall’universo sangue questa settimana si apre dunque con una buona notizia, anche se naturalmente servirà intensificare le ricerche e predisporre degli specifici trattamenti.

In Canada, nel frattempo, il quotidiano on-line Lethbridge Herald si occupa di un problema spesso affrontato su www.buonsangue.net, ovvero l’opportunità, per i cittadini, di donare il sangue anziché venderlo. Va ricordato infatti che in molti paesi del mondo (tra cui USA, Canada, Germania, Austria) la legge consente prelievi di sangue retribuiti, che inevitabilmente finiscono per coinvolgere categorie di persone non idonee propense al consumo di stupefacenti, o che hanno stili di vita poco compatibili con il dono: http://lethbridgeherald.com/commentary/opinions/2017/03/17/give-blood-dont-sell-it/.

Anche in Argentina, sul Network di Rosario https://www.rosario3.com/noticias/Detectan-autismo-con-un-simple-analisis-de-sangre-20170317-0023.html, grande spazio alla ricerca statunitense: in questo caso, il focus è su un equipe di scienziati nordamericani che ha trovato il modo di diagnosticare l’autismo da una semplice analisi de l sangue. Anche http://www.abc.es/salud/, rivista on-line spagnola, ha riportato i risultati di tale studio, pubblicati sulla rivista PLOS Computational Biology: http://journals.plos.org/ploscompbiol/, così come è accaduto in Francia su http://www.ladepeche.fr/article/2017/03/17/2538067-autisme-maladie-detectee-prise-sang-grace-algorithme.html

Il sangue è al centro del dibattito sul come migliorare la propria salute anche in Svizzera: il Berner Zeitung http://www.bernerzeitung.ch/wissen/medizin-und-psychologie/Therapie-mit-eigenem-Blut/story/26511358 racconta della medicina alternativa che prevede l’autoemoterapia (tecnica usata da molti sportivi), come metodo per guarire più in fretta e meglio da problemi alle articolazioni, ai muscoli o ai tendini.

Infine, la raccolta sangue gratuita e su chiamata diretta sbarca anche in India: http://www.hindustantimes.com/india-news/blood-on-call-free-of-charge-purnia-youth-show-way/story-hcqUeBSYUoKACBmZK95ArM.html. A Purnia, in Hindustan, una comunità che ha organizzato una raccolta efficace e ben organizzata, ha stimato di aver salvato più di 1000 vite in poco più di 10 anni grazie all’istituzione di un numero verde per organizzare le donazioni.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *