Il sangue nel mondo. Tra ricerca scientifica, politiche di governo e strategie di mercato

blood-in-the-water-copy

Ricerche per il miglioramento della salute collettiva, questioni legate alla spartizione del mercato dei prodotti emoderivati e politiche di controllo tra i temi principali delle notizie dal mondo a proposito dell’universo sangue.  Dagli Usa alla Tanzania, passando per l’Europa, ecco cosa racconta l’informazione internazionale.

Ricerca di altissimo profilo al Worcester Polytechnic Institute, in Massachusetts. Presto potrebbe bastare inserire un chip in una piccola quantità di sangue prelevato da un malato di cancro per catturare e identificare le cellule tumorali metastatiche. “L’attenzione sulla cattura cellule tumorali circolanti è del tutto nuovo”, Il capo del team di ingegneria meccanica che segue il progetto di ricerca, Balaji Panchapakesan, professore associato al WPI ha parlato di una sfida molto difficile,  dovuta al fatto che  il sangue è composto da miliardi di globuli rossi  e decine di migliaia di globuli bianchi, tra cui potrebbero aggirarsi solo di cellule tumorali loro, e che il loro obiettivo è riuscire a individuarli con strumenti alta precisione. (http://phys.org/news/2016-12-liquid-biopsy-chip-metastatic-cancer.html)

In New Mexico, sempre negli Stai Uniti, la United Blood Service, una società senza fini di lucro, svilupperà una serie di test per assicurarsi che le donazioni di individui adolescenti, tra i 16 e 18 anni di età non causino delle carenze di ferro. In Usa, la media delle donazioni in questa fascia di età corrisponde a 1 su 13 su scala nazionale, e il test riguarderà sia gli uomini che le donne, su qualità e composizione del ferro immagazzinato ed eventuali carenze dopo la donazione.

(http://www.ruidosonews.com/story/life/wellness/2016/12/15/united-blood-services-new-mexico-perform-additional-iron-test-teenage-donors/95467802/).

Dalla stampa malaysiana arriva la notizia che sotto osservazione, in Usa e nel sud-est asiatico, si trova la politica della CSL Behring, che persegue la politica della donazione a pagamento de plasma (50 euro per 1 litro di plasma in aferesi) per ottenere una posizione dominante nel mondo e distribuire i medicinali plasma derivati in tutto il mondo, e in particolar modo sul mercato asiatico in sviluppo.

(http://www.themalaymailonline.com/money/article/american-blood-gives-boost-to-asias-most-valuable-drugmaker).

A dimostrazione di come siano delicate le gare per l’assegnazione in conto-lavoro del plasma raccolto, arriva una notizia importante dal Portogallo. Un’indagine giornalistica infatti, getta qualche ombra sul bando vinto da Octapharma relativo agli accordi con l’ospedale di Oporto, per condizioni troppo “su misura”.  (http://www.tvi24.iol.pt/sociedade/octopharma/membro-do-governo-envolvido-em-negocios-do-plasma)

Anche la multinazionale spagnola Grifols viene raccontata sul sito spagnolo La Vanguardia, in un pezzo che racconta come l’industria farmaceutica iberica stia cercando di crescere negli Stati Uniti attraverso acquisizioni societarie. Il mercato di sangue e plasma è chiaramente percepito come strategico già nel futuro più immediato, e a dimostrazione di ciò viene citata una rivelazione Wikileaks di qualche anno fa secondo cui il governo statunitense considerava solo 3 luoghi con importanza strategici in Spagna, uno dei quali erano i laboratori Grifols a Parets del Vallès, nei pressi di Barcelona.

(http://www.lavanguardia.com/vida/20161215/412643112927/grifols-redobla-su-apuesta-por-eeuu-al-comprar-negocio-diagnostico-de-hologic.html)

In Africa, infine, preoccupa invece il problema della compravendita di sangue. Il governo della Tanzania ha lanciato un appello a tutto il personale sanitario nazionale affinché vengano denunciati i casi di malasanità in cui gli addetti ai lavori che chiedono soldi in cambio di sangue per i loro pazienti. Contestualmente, crescono le iniziative per la raccolta di sangue in tutto il Paese. (http://allafrica.com/stories/201612160389.html).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *