I numeri della donazione in Italia nel 2016, le bufale, le necessità di sangue durante le feste da tutto il mondo, e le iniziative da condividere

gennaio2016

Con l’inizio del nuovo anno i quotidiani generalisti si lanciano nei bilanci del 2016.

E così, su Repubblica – Affari & Finanza, l’osservatorio sull’Italia mette sotto il riflettore proprio il sistema sangue, in un articolo del 3 gennaio. In dettagli, sono riportati alcuni numeri che sanciscono quello che chi segue Buonsangue sa già molto bene: l’Italia è un paese in linea con i programmi di autosufficienza che non deve mai abbassare la guardia: 2.572.567 unità di globuli rossi, 276.410 unità di piastrine e 3.030.725 unità di plasma. 8.510 emocomponenti trasfusi ogni giorno e 635.690 pazienti curati nel 2016, per una media di 1.741 al giorno, con un 83% di donatori periodici, secondo i dati del Centro Nazionale Sangue.

http://www.repubblica.it/economia/rapporti/osserva-italia/conad/2017/01/03/news/donazioni_di_sangue_l_italia_e_un_paese_autosufficiente-155339039/

Che non si debba mai allentare la tensione, va ribadito, è in egual misura un dato di fatto.

In Toscana, secondo GoNews, la diminuzione di donatori durante le festività natalizie rischierebbe di fermare per alcuni giorni il funzionamento di alcune sale operatorie, mentre il centro regionale sangue Toscana avrebbe già chiesto un aiuto alle scorte nazionali: http://www.gonews.it/2017/01/04/meno-donatori-scatta-lemergenza-si-rischia-blocco-delle-sale-operatorie-toscane/

E poiché tra gli argomenti principali del dibattito pubblico sui media ci sono le notizie false, ecco quella che riguarda l’argomento sangue: la riporta Il Faro24, testata giornalistica regionale abruzzese, che segnala una catena fake di Whatsapp, nella quale si inoltra una richiesta di sangue RH negativo per una bambina malata cui non bisogna credere: http://ilfaro24.it/wordpress/la-bufala-della-donazione-di-sangue-che-gira-su-whatsapp/

Infine, sempre dall’Italia, interessante l’idea di un presidio AVIS al McDonald’s Di Vignola, in Emilia Romagna, per promuovere la cultura del dono tra i più giovani, tra itinerari della solidarietà e menù omaggio per i futuri donatori: http://www.sassuolo2000.it/2017/01/04/avis-entra-al-mcdonalds-vignola/

Dall’estero molte notizie riguardano invece la carenza di sangue: dalla Georgia (USA) si sottolinea come la Croce Rossa americana stia cercando di sopperire alla mancanza di materia biologica http://www.ledger-enquirer.com/news/local/article124487299.html, mentre la stessa situazione di forte calo per le festività si è registrata anche a Phoenix: http://ktar.com/story/1412377/blood-phoenix-banks-short-supply-after-big-holiday-drain/. Persino le pagine sportive di Yahoo Usa riportano la notizia dell’emergenza sangue nazionale, http://sports.yahoo.com/news/red-cross-issues-emergency-call-blood-platelet-donations-153000305.html con ben 37 mila donazioni in meno nel paese rispetto ai mesi di novembre e di dicembre.

Ottimistica, invece, secondo il periodico Granma, la situazione cubana, con circa 414.000 donazioni volontarie nel 2016: http://www.granma.cu/cuba/2017-01-03/donaciones-de-sangre-50-meses-de-cumplimiento-03-01-2017-22-01-44

Tornando in Europa, misure speciali per l’approvvigionamento di sangue in Francia, al porto di Marsiglia http://www.lamarseillaise.fr/marseille/sante/56039-video-marseille-etablissement-francais-du-sang-collecte-votre-sang-sur-le-vieux-port e, secondo un fitto calendario, in altri punti strategici della nazione http://www.lyonne.fr/auxerre/sante/2017/01/04/dons-du-sang-les-collectes-en-janvier_12230616.html, grazie al lavoro dell’EFS (Etablissment Francés du Sang).

Necessità speciali di sangue anche in Germania, sotto l’egida della Croce Rossa https://www.waz.de/staedte/wesel-hamminkeln-schermbeck/drk-sucht-dringend-blutspender-id209164619.html, mentre in Spagna si fa notare l’iniziativa aziendale di OK Group di Mallorca, azienda per il noleggio di autoveicoli, che ha risposto all’appello del Banco de Sangre de Balears per far fronte alle festività natalizie e assicurare le scorte minime http://www.mallorcadiario.com/ok-group-se-une-al-banco-de-sangre-ante-la-busqueda-de-donantes. Un rapporto privilegiato tra donazione e personale aziendale che potrebbe essere un veicolo di promozione della cultura del dono replicabile in molte parti del mondo.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *