Avis elegge il nuovo presidente nazionale. Domenica di voti e di passione per il sostituto di Saturni

44524_1g

Trascorso il World Blood Donor Day, un altro evento importante sta per riguardare il mondo dei donatori volontari di sangue: domenica 18 giugno sarà annunciato il nuovo presidente di Avis Nazionale, dopo i due mandati di una figura molto apprezzata e stimata come Vincenzo Saturni.

Come abbiamo scritto su Buonsangue il 17 maggio http://www.buonsangue.net/eventi/assemblea-generale-avis-2017-milano-cambio-leadership/, sono due i candidati favoriti per aggiudicarsi la nuova leadership: Alberto Argentoni, attuale vice presidente vicario nazionale e direttore sanitario dell’Avis provinciale di Venezia, e Domenico Alfonzo, attuale segretario generale nazionale e presidente dell’Avis regionale Sicilia.

Tuttavia non sono da escludere sorprese dell’ultimo minuto, giacché con il principio democratico basato su voti del consiglio, basta poco a far cambiare gli scenari. Ecco perché, ad esempio, qualche novità potrebbe sopraggiungere con qualche candidato dalla Lombardia, la regione in cui Avis è nata e si è sviluppata nel corso di 90 anni di storia e che vanta il maggior numero di associati e quindi di consiglieri.

Al successore di Saturni il compito di affrontare le sfide di Avis per il futuro, di assoluta centralità per il sistema trasfusionale italiano: missioni come aiutare il ricambio generazionale, promuovere e studiare il rapporto tra donazione e cittadini migranti, rimpinguare la già cospicua base di donatori periodici e accompagnare la riforma del terzo settore.

Ruoli e compiti che Avis cerca di svolgere al meglio da quasi un secolo, come testimonia un video promozionale sulla storia avisina assolutamente da non perdere:

A partire da domenica 18 giugno, il nuovo presidente avrà il delicato ruolo di portare Avis a un passo dal proprio centenario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *