Alla prossima Assemblea Generale di Avis futuro e comunicazione saranno i temi principali: appuntamento a Riccione dal 17 al 19 maggio

Congresso Nazionale AVIS

Quest’anno l’assemblea generale di Avis si terrà a Riccione, nel bellissimo Palazzo dei Congressi, dal 17 al 19 maggio 2019. Si tratterà della 84esima edizione, e avrà come titolo “Reti Solidali. Le nuove rotte del volontariato del dono”, a dimostrazione che lo sguardo rivolto al futuro, allo scopo di anticipare le sfide del domani e arrivare al 2030 con un sistema trasfusionale allineato con i cambiamenti sociali che ci aspettano, è già una priorità programmatica dei vertici dirigenziali della più grande associazione di donatori di sangue del paese.

Ci sembra un bellissimo approccio, oltre che concreto. Già lo scorso martedì, il 23 aprile, abbiamo accennato a un tema chiave per il futuro della raccolta sangue, ovvero l’adeguamento degli orari dei centri trasfusionali alle esigenze dei lavoratori più giovani, accortezza già attivata in Trentino e da vagliare in qualsiasi altro contesto territoriale.

La strada è la stessa. Saranno dunque affrontati tutti i possibili scenari riguardanti l’evoluzione del sistema trasfusionale italiano, sarà tracciato il quadro di un futuro possibile per la crescita e lo sviluppo delle associazioni di volontariato, saranno discussi gli adempimenti statutari e si parlerà di ricambio generazionale.

Ma soprattutto – e per noi di Buonsangue è sempre uno degli argomenti principali al momento delle analisi -verrà affrontato il tema della comunicazione: come ottimizzare la comunicazione sociale, e far passare in maniera corretta per il pubblico i valori della donazione di sangue e del suo universo solidale?

Il 17 maggio, a tele scopo, nella mattinata che precederà l’inizio dei lavori, è in programma un corso di formazione organizzato proprio da Avis Nazionale in collaborazione con l’ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna. Il titolo dell’esperienza formativa sarà: “Il volontariato delle donazioni di sangue, organi e midollo: problematiche della comunicazione scientifica e sociale” e lo scopo del modulo sarà quello di formare i volontari avisini che vi parteciperanno a comunicare nel modo giusto con gli organi di stampa, a partire dallo strumento chiave della comunicazione, ovvero il linguaggio. Come porre il focus sulle giuste questioni e dialogare con i giornalisti allo scopo di far giungere al pubblico i giusti concetti sul dono?

Il futuro della raccolta sangue e del sistema passa in grande misura proprio dall’aspetto comunicativo, e a tal proposito, un esempio ottimo di linguaggio adatto al proprio target di riferimento nel racconto di un gesto semplice e decisivo come il dono lo abbiamo segnalato poche settimane fa, ovvero il lavoro della youtuber Stay Serena:

La donazione di sangue secondo una giovane Youtuber: un ottimo modo per far arrivare il giusto messaggio ai giovanissimi

Chissà che non vi sia occasione di invitarla per un intervento. Intanto però, il parterre dei relatori è già piuttosto ricco: ci saranno il Presidente di AVIS Nazionale, Gianpietro Briola, la presidente Admo Rita Malavolta, il Direttore Centro Nazionale Sangue Giancarlo Liumbruno, il docente universitario di sociologia della comunicazione Andrea Volterrani, il giornalista bolognese Silvestro Ramunno e la giornalista Anita Likmeta, parte integrante di Parole o-stili, associazione no profit che si pone come obiettivo la responsabilizzazione e l’educazione gli utenti della Rete Internet ad accettare forme di comunicazione virtuose e non legate a meccanismi di rissosità o insulti gratuiti.

A4-556x786

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *