I media, le associazioni e le istituzioni rassicurano su sicurezza e necessità di donare regolarmente: il video di Vanda Randi, direttore del Centro Regionale Sangue della Regione Emilia-Romagna

25405344_735x513_1582668736991

Dopo l’appello del presidente di Avis Gianpietro Briola, che è servito a rassicurare possibili donatori o donatori già associati su quanto sia totalmente sicuro andare a donare – appello che su Buonsangue abbiamo ripreso lo scorso lunedì 24 febbraio – istituzioni, associazioni e media si sono attivati per rafforzare le parole di Briola e prevenire eventuali cali d’affluenza nei centri trasfusionali.

Sono infatti tantissimi i media locali nelle regioni sotto osservazione che hanno ribadito come i protocolli di sicurezza attivati dal governo non debbano in alcun modo frenare la voglia dei donatori e il loro senso di responsabilità: lo ha fatto, per esempio, Venezia Today richiamando in causa le parole del presidente di Avis regionale Giorgio Brunello, ed elencando tutte le procedure di sicurezza che vengono attuate per garantire la massima sicurezza a donatori e pazienti, e lo ha fatto Cremona Oggi, riportando le parole del presidente di Avis Lombardia Oscar Bianchi, atte a ricordare che già tra i donatori vige il criterio di autosospensione in caso di sintomi di raffreddore, giacché si dona il sangue solo quando si è in buona salute.  Anche in Friuli, si è espresso il presidente dell’Associazione Friulana Donatori Sangue Roberto Flora, che ha invitato i corregionali a “una donazione responsabile in questo delicato momento”.

Su Il Giorno è stato giustamente ribadito che le donazioni in Lombardia sono sospese soltanto nella “Zona Rossa” e che anzi è opportuno mantenere comportamenti in linea con le proprie abitudini, ma per fortuna sono tantissimi gli appelli al dono volti a tranquillizzare e informare i cittadini che si possono trovare in rete, in un momento in cui l’informazione è controversa e piuttosto caotica e il rischio di una psicosi generale è piuttosto elevato.

Per sentire cosa accade nei centri trasfusionali direttamente da un’autorevolissima addetta ai lavori, ecco il video che la dottoressa Vanda Randi, direttore del Centro Regionale Sangue della Regione Emilia-Romagna e del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale di Area metropolitana bolognese, ha girato per la testata http://www.med24channel.tv/:

In Toscana, invece, per convogliare il messaggio rassicurante e spingere i donatori a donare, si è scelto il volto di un testimonial molto conosciuto in regione, l’attore comico Gaetano Gennai, spesso impegnato nel cinema comico con Leonardo Pieraccioni e donatore di sangue.

Ecco le sue parole:

In attesa dei prossimi sviluppi, e si spera, di una reazione collettiva responsabile alle notizie diffuse dai media e alle politiche di governo, è importante che almeno la raccolta sangue non riceva contraccolpi negativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *