Guardare al futuro nel segno della continuità: la scuola di formazione per giovani dirigenti Avis in collaborazione con Fondazione Campus arriva alla quinta edizione

 

IMG-20171013-WA0014-768x432

Investire nella formazione di alto livello all’insegna della continuità: Avis e Fondazione Campus continuano il loro percorso a braccetto anche quest’anno, e annunciano la quinta edizione della scuola formazione giovani.

Noi di Buonsangue abbiamo sempre seguito da molto vicino le esperienze degli scorsi anni, raccontando il bagaglio emozionale dei partecipanti, le loro aspettative, le loro valutazioni sul mondo dei donatori e sul futuro del sistema trasfusionale, e abbiamo potuto constatare di persona il clima fortemente costruttivo, il grande entusiasmo e la voglia di guadagnarsi un ruolo importante da parte di coloro che saranno destinati a diventare le colonne portanti del mondo associativo.

Anche quest’anno, infatti, saranno 25 i dirigenti volontari di AVIS, tassativamente di età inferiore ai 45 anni e proveniente di tutte le aree geografiche d’Italia, che parteciperanno ai 3 moduli formativi in programma e in collaborazione con l’Università Statale di Milano (anche sede degli incontri).

Ma quali saranno i temi trattati, e considerati centrali nell’attuale congiuntura?

Il focus principale della stagione in corso sarà la gestione manageriale di strutture non profit, ormai necessaria per traghettare le tutto gli attori del mondo associativo verso una sostenibilità economica e un’efficienza dal punto di vita dell’organizzazione interna ormai equiparabile a quelle delle aziende profit.

Filiere lavorative, comunicazione, conoscenza delle costellazioni istituzionali, allocazione delle risorse: tutti aspetti che i futuri dirigenti dovranno maneggiare perfettamente, per poter agire al meglio nel mondo delle relazioni esterne, per affrontare e divulgare le questioni etiche inerenti al mondo Avis e poter analizzare e valutare i diversi modelli di “Sistema Sangue” vigenti in Europa.

La scuola di formazione creata da Avis e Fondazione Campus, lo ricordiamo, può contare sulla collaborazione con l’azienda italiana di produzione di plasmaderivati Kedrion Biopharma, e sul patrocinio del dipartimento di scienze giuridiche “Cesare Beccaria” di Milano dell’Università degli studi di Milano, con il coordinamento scientifico del professor Corrado Del Bò.

Il senso profondo dell’iniziativa che ha il suo punto forte nella continuità è stato espresso dal presidente Avis Gianpietro Briola nel comunicato stampa emesso dalla più grande associazione di donatori italiani: Il primo motivo di soddisfazione – ha detto Briola – è il consolidamento di un’iniziativa che ci ha permesso in questi anni di formare un centinaio di giovani dirigenti, con ricadute positive per molte nostre sedi. Tutte le ricerche, nazionali e internazionali, dimostrano che vi è una positiva correlazione tra gli investimenti in formazione e la capacità del terzo settore di dare risposte efficaci ai bisogni del Paese. Desideriamo proseguire in questa direzione, con fiducia e convinzione, nella speranza che anche le nostre sedi territoriali diano sempre la giusta priorità alla formazione”.

Ora le date dei tre moduli, di cui come sempre proveremo a dare testimonianza:

–  Il primo modulo formativo in programma il 18 e 19 ottobre, sarà sul tema “Etica, e promozione del non profit”.

– Il secondo modulo formativo in programma il 15 e 16 novembre 2019, sarà sul tema “Politica e comunicazione nel non profit”

Il terzo modulo formativo in programma il 13 e 14 dicembre 2019, sarà sul tema “Organizzazione e gestione del non profit”

Un programma ricco e impegnativo che susciterà, come sempre, dibattito e arricchimento.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *