Carenze di sangue, eventi, campagne, ricerca scientifica. Con l’arrivo di giugno un weekend intenso per la Festa della Repubblica

xFreccie-Tricolori-740x350.jpg.pagespeed.ic.Yj1RRi40A3

Su Buonsangue lo ripetiamo spesso. Il bisogno di sangue non va in vacanza. Anzi specialmente nei momenti dell’anno in cui il calendario favorisce relax, brevi anticipazioni delle ferie e ricorrenze, si rischia di avere necessità di sangue più impellenti. Il ponte del 2 Giugno è iniziato. Ecco la nostra panoramica informativa su dove bisogna donare e su tutte le notizie più interessanti dal mondo del sangue.

Carenze

È recentissimo l’appello al dono che proviene dalla Puglia, e in particolare da Molfetta. Come si legge su https://www.molfettaviva.it/notizie/centro-trasfusionale-e-emergenza-continua-di-sangue/ l’emergenza di sangue in zona dura già da tempo e magari, prima di raggiungere il mare, proprio questo week-end potrebbe essere l’occasione giusta per alleggerirla. Sempre in Puglia, a Tuturano (Brindisi) venerdì 2 giugno ci sarà una giornata speciale per la donazione organizzata dall’Avis provinciale di Brindisi, che metterà a disposizione la propria autoemoteca http://www.pugliatv.com/notizie-category/item/16729-tuturano-venerdi-2-giugno-donazione-di-sangue-presso-la-chiesa-%E2%80%9Cmaria-ss-addolorata%E2%80%9D.html.

Situazione molto simile a Brescia, dove Gabriele Pagliarini, presidente dell’Avis provinciale ha chiesto ai suoi compagni volontari di non scordarsi di donare prima delle ferie: http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/carenza-di-sangue-l-appello-donate-prima-delle-ferie-1.3177949.

Sempre in Lombardia, anche a Bergamo c’è una situazione delicata per ciò che riguarda il gruppo 0, come segnala l’Avis locale in un appello a tutti i donatori della zona http://avisbergamo.it/index.php?option=com_content&view=article&layout=edit&id=189.

Come abbiamo visto nei giorni scorsi grazie alle belle parole del presidente regionale di Avis Toscana Adelmo Agnolucci http://www.buonsangue.net/interviste/agnolucci-guida-toscana/, l’attenzione per trasmettere la cultura del dono alle nuove generazioni è già molto alta. Ma nel presente è già da qualche settimana che in Toscana, e in particolare a Empoli, c’è carenza di quattro gruppi 0 NEGATIVO, 0 POSITIVO, A NEGATIVO e A POSITIVO, come testimoniano il giornale on-line http://www.gonews.it/2017/05/30/nuovo-appello-dellavis-ai-donatori-mancano-quattro-tipi-di-sangue/ e sopratutto il bollettino del Meteo del Sangue (in foto)

https web2.e.toscana.it crs meteo

Ricerca scientifica dal mondo

Sul New-Scientist, magazine statunitense che si dedica all’informazione scientifica, è ripresa una notizia che gira da qualche tempo, e che avevamo già segnalato qui: http://www.buonsangue.net/mondo/ambrosia-dalla-california-un-esperimento-discusso-tornare-giovani-plasma/; Ambrosia, una società che tenta di studiare gli effetti benefici delle trasfusioni di sangue giovani nei più anziani, porta alcuni risultati (da confermare) sui miglioramenti che le trasfusioni di plasma genererebbero in chi soffre d’Alzheimer: https://www.newscientist.com/article/2133311-human-tests-suggest-young-blood-cuts-cancer-and-alzheimers-risk/.

Studio importante arriva invece dalla Croce Rossa Americana. È elevatissima la necessità di sacche per chi è coinvolto in incidenti. Ogni singola vittima potrebbe aver bisogno anche di 100 unità di sangue, e se si pensa che negli USA ci sono circa 41 milioni di visite annue al Pronto Soccorso è facile capire quanto alta sia l’importanza di donare: http://www.annanews.com/news/red-cross-blood-drives-planned.

Campagne

Infine, come avevamo preannunciato, anche le associazioni italiane hanno sviluppato le proprie campagne per la Giornata Mondiale del Donatore che cadrà il prossimo 14 giugno, da affiancare a quella ufficiale diffusa dalla World Health Organization che abbiamo analizzato qui: http://www.buonsangue.net/eventi/il-14-giugno-giornata-mondiale-del-donatore/. Avis, in particolare, ha creato dei nuovi poster (in foto) e legato al World Blood Donor Day 2017 il gioco dell’alfabeto della solidarietà https://alfabeto.avis.it/ grazie al quale ciascun donatore potrà creare il proprio messaggio (con massimo 36 caratteri), e legarlo a GIF animate da diffondere sui social. Giocate e diffondete tutti.

A4

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *